Partono gli aerei per la Libia: è subito polemica

512

Birgi- Ieri sera, intorno alle 21:00, sono partiti due aerei militari dall’aereoporto di Trapani – Birgi in rotta verso la Libia. Gli aerei militari italiani hanno portato a termine la loro missione, operando nell’area di Misurata, e sono rientrati successivamente  alla base. Le operazioni continueranno nelle prossime ore con altri otto aerei che, come ha annunciato il ministro La Russa, sono pronti alla partenza per bombardare alcune aree.

Molte le polemiche suscitate dall’ennesima soppressione di voli in partenza per Milano, Pisa e Bologna. La Commissione Industria, Commercio, Artigianato, Caccia, Pesca e Sviluppo Economico del Consiglio Provinciale di Trapani ha discusso, durante la seduta di ieri, l’attuale situazione di disagio che l’aereoporto di Birgi sta subendo. L’azione dei tornado ha infatti arrecato alla provincia di Trapani numerosi danni economici alle attività turistiche ricettive della provincia ed ha causato una serie di disagi che hanno coinvolto gli utenti dell’aeroporto. Per questa ragione, il Consigliere provinciale, Giacomo Sucameli, il quale presiede la Commissione Sviluppo Economico, insieme ai Consiglieri provinciali Cucchiara, Giovanni Angelo, Vincenzo Domingo e Pietro Provenzano, ha posto l’attenzione sulla grave situazione sottolineando l’importanza dell’aeroporto e auspicando che tutte le forze politiche dimostrino coerenza nell’affrontare la questione in maniera unitaria affinchè la struttura resti operativa.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLa Provincia consegna un “battello pneumatico” alla Guardia di Finanza
Articolo successivoNasce la Fondazione per la Dieta Mediterranea