Altro naufragio, stavolta vicino Pantelleria

322
PANTELLERIA.Non manca giorno che non ci siano sbarchi di migranti, ma negli ultimi giorni si susseguono anche le sventure. Dopo i barconi naufragati lungo le rotte per Lampedusa, ieri anche Pantelleria è stata teatro di una nuova sciagura. Un barcone carico di 192 vite è naufragato sulle coste di Pantelleria, in una zona rocciosa non facile agli approdi, con il mare agitato. Due sono le vittime, due donne, annegate in un metro e mezzo circa d’acqua. Le due vittime non sapevano nuotare, per cui, tra i flutti violenti è stato facile annegare. Sull’isola di Pantelleria i venti sono sempre forti e se in più anche le condizioni climatiche generali sono avverse il mix è servito. Durante le fasi concitate dei soccorsi è stato anche tratto in arresto lo scafista che ha portato i 192 migranti sulle coste dell’isola. I migranti soccorsi erano stremati da quattro giorni di mare, ammassati su una barca neanche tanto grande e piuttosto malridotta, quelle che vengono chiamate “carrette del mare”. Il barcone si è incagliato negli scogli rimanendo come sospeso tra terra e mare, proprio come le vite di questi poveri sventurati.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePorto turistico a Marsala
Articolo successivoVinitaly: grande successo dei vini trapanesi