Ritrovato nelle acque antistanti il “nono chilometro” il corpo di un subacqueo

441

TRAPANI – Il personale della Guardia Costiera di Trapani ha recuperato due giorni fa il corpo di un subacqueo deceduto forse a seguito di un malore nelle acque antistanti il “nono chilometro”. L’uomo era un 44enne di Trapani, Massimiliano Volpi, il quale aveva deciso di immergersi nonostante la fitta nebbia e senza un mezzo nautico di supporto adeguato. la Guardia Costiera, intervenuta su segnalazione di un pescatore sportivo che aveva sentito un uomo chiedere aiuto dalla secca di Bonagia, è riuscita ad individuare l’uomo nonostante la visibilità fosse ridotta a non più di 15 metri. Sulla vicenda sono in corso ulteriori accertamenti da parte della Procura della Repubblica di Trapani.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSlitta l’incontro con il ministro Matteoli per la questione pedaggi
Articolo successivoApprovato ad Alcamo il regolamento per l’ “assegnazione a sportello” delle aree artigianali