Ancora guai per il deputato del PD Vitrano

413

PALERMO – L’ ingegnere Pier Giorgio Ingrassia, considerato l’intermediario tra il politico di Misilmeri e gli imprenditori favoriti, parla davanti il Gip spiegando che in passato l’onorevole avrebbe incassato altri ventimila euro per un altro cantiere. Nella giornata di ieri sono stati perquisiti anche gli uffici all’ars che Vitrano utilizzava in veste di deputato questore. Anche l’ assessore regionale all’Energia, Giosuè Marino, ha avviato una indagine interna, negli uffici del suo assessorato. Dalle prime ipotesi pare che oltre al caso Vitrano ci sia un vero e proprio sistema che coinvolge diversi apparati burocratici della Regione Sicilia con la politica locale. Proprio qualche mese addietro è stato confiscato un enorme patrimonio all’imprenditore alcamese Vito Nicastri.  Anche nel corso di questa operazione pare  ci siano stati legami con la politica.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDisservizi Siremar, interviene Turano
Articolo successivoStorie d’Italia