Chiesti otto anni per l’ex assessore Pellegrino

365
PALERMO-La Corte d’appello di Palermo ha chiesto otto anni di reclusione per Bartolo Pellegrino, ex assessore e vice Presidentedella regione Sicilia. Era stato assolto per il concorso esterno in associazione mafiosa in primo grado. Un secondo capo d’accusa, per corruzione è stato dichiarato prescritto dal Tribunale di Trapani.
L’accusa sostiene che l’ex assessore si sia reso garante in una speculazione edilizia che interessava direttamente,a trapani, il capomafia Francesco Pace.I capi d’accusa per Pellegrino sono: corruzione aggravata e concorso esterno in associazione mafiosa.(avendo con il proprio operato favorito cosa nostra).
Per il Pace e per l’ingegner Barbara si riconferma invece la condatta a suo tempo comminata dal Tribunale di Trapani a cinque anni ciascuno per corruzione aggravata.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSe non ora, quando?
Articolo successivoCineforum al centro diurno per anziani
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.