Sequestrato un deposito clandestino di zolfo

434

ALCAMO – I militari della Guardia di Finanza hanno sequestrato un frabbicato di circa 2.500 m² ubicato nella zona industriale. La struttura era utilizzata come deposito clandestino di zolfo e, al momento del sequestro, ne erano presenti più di 600 quintali. Anche la struttura, che risultava appartenere ad un ditta alcamese operante nel settore del commercio all’ingrosso dei fertilizzanti, è stata sottoposta al sequestro in quanto totalmente sprovvista delle prescritte autorizzazioni e della certificazione obbligatoria di prevenzione incendi. Dagli ulteriori accertamenti operati con il personale dell’Enel è emerso che sia il capannone che alcune roulotte dislocate nelle vicinanze erano collegate alla rete elettrica attraverso un impianto sotterraneo. Quattro i soggetti denunciati a vario titolo dalla Procura della Repubblica di Trapani per i reati di furti di energia elettrica, omessa richiesta di certificato di prevenzione incendi e di omessa denuncia di materiale esplodente. Le indagini continuano anche a livello fiscale per verificare eventuali irregolarità nelle operazioni di compravendita del materiale.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCapogruppo UDC firma la proposta di legge che riconosce le coppie di fatto
Articolo successivoLa Provincia di Trapani offre il suo sostegno all’attività sportiva
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.