Diciotto dipendenti del Comune di Alcamo accusati di truffa e falso ideologico

555

ALCAMO – Segnalavano falsi rifornimenti di gasolio, compilando buoni e attestando erogazioni superiori a quelle effettive, i diciotto dipendenti del comune di Alcamo, ora indagati per falso ideologico, truffa e false certificazioni. Con la collaborazione del gestore di un distributore di benzina gli impiegati, per lo più autisti, si procuravano profitti anche cospicui a danno dell’amministrazione comunale: la somma pagata dal Comune al gestore, a fronte della presunta fornitura, veniva poi, infatti, divisa tra i coinvolti. Le indagini portate avanti dalla polizia stradale di Alcamo e coordinate dalla procura continuano e non escludono ulteriori coinvolgimenti.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGraduatoria dei Premi di studio “Giovanni Renda”
Articolo successivoMetronotte sventa un furto e viene ferito