Il bosco della Ficuzza rischia di essere cancellato

1840
di Flavia Sannasardo
Appena fuori dal caos di una grande città come Palermo sorge la riserva orientata della ficuzza,più conosciuto come bosco ficuzza. Circa 4000 metri quadri di bosco con caratteristiche  molto particolari  per ciò che concerne flora e fauna riconosciuto tra i più importanti, se non il più importante ,dell’Italia meridionale.Sede tra l’altro del centro recupero faunistico e di una costruzione per la caccia datato 1803 circa, voluto da FerdinandoIII. Il bosco, non a casa, è anche conosciuto come tenuta reale. Non stiamo facendo l’elogio di un luogo meraviglioso,che pur merita di essere valorizzato, ma lanciamo un grido di allarme a nome di questo bosco che si vuol cancellare per costruire una super strada, una delle tante. Trattasi della riedizione di un progetto della disastrosa gestione degli appalti dell’ epoca Ciancimino-Lima per intenderci, in pieno stile sacco di Palermo anni ’60 si vuol cancellare un bene inestimabile facendo passare un progetto sotto silenzio. Diamo voce al grido di dolore di questo bosco e dei suoi abitanti.Salviamo bosco Ficuzza mobilitando e sostenendo gli ambientalisti che hanno già cominciato a muoversi.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIndagini sull’abusivismo edilizio a Balestrate
Articolo successivoMotorola Atrix 4G: uno smartphone all’avanguardia
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.