I fotografi e i video operatori del trapanese scrivono al Presidente Musumeci: compromessa la stagione estiva

565

Cerimonie ed eventi rimandati. Concreto il rischio di un crollo del fatturato durante la stagione estiva. Attraverso una lettera, indirizzata direttamente al governatore della Regione Siciliana, Nello Musumeci, i fotografi e i video-operatori del trapanese, chiedono al Presidente di farsi carico presso il Governo nazionale della loro, compromessa,  situazione.

I provvedimenti governativi adottati – si legge nella nota al Presidente – per contrastare l’epidemia da coronavirus hanno bloccato da marzo fino ad ora tutte quelle celebrazioni ed eventi che costituiscono per fotografi e video-operatori la quasi totalità del reddito. Pare che alcune celebrazioni riprenderanno – sempre che tutto vada bene – nell’autunno di quest’anno e altre l’anno prossimo. Va da sé che pur non incassando nulla per i nove mesi che vanno da marzo fino a fine anno nel frattempo dovremo comunque pagare affitti/IMU, bollette elettriche, idriche e telefoniche, consulente, manutenzione, tasse sui rifiuti e svariati altri tributi. Conciliare un mancato guadagno così prolungato con i succitati esborsi  ai quali si devono aggiungere persino la dichiarazione dei redditi e i contributi previdenziali, significa mettere in serio pericolo la sopravvivenza di gran parte degli operatori della nostra categoria.

Certamente i provvedimenti inclusi nella Legge Finanziaria Regionale 2020 – prosegue la lettera indirizzata al Presidente – che prevedono sostegni alle attività artigianali ci vengono incontro più di quelli statali e per essi Le siamo grati, ma adesso Le chiediamo – in quanto massimo rappresentante della Regione Siciliana – di farsi nostro “avvocato” e portavoce presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e le altre autorità competenti per sospendere ogni adempimento fiscale statale e ogni contribuzione previdenziale fino al 31 dicembre 2020, data dopo la quale, speriamo, potremo cominciare a guadagnare qualcosa.

I fotografi e i videoperatori, del trapanese, chiedono al Presidente Musumeci, di organizzare un incontro in modo da poter esporre al meglio le problematiche del settore.

I firmatari della lettera:

Angelini Dante, Paolo Asaro, Lights & Colors di Bosco, Paolo Cannata, Danilo Cialona, Tommaso D’Angelo, Pietro Denaro, Francesco Di Benedetto, Giuseppe, Antonino Giacalone, Alessandro Guastavino, Studio La Mantia, Giuseppe Licari, Sergio Martino, Pasquale, Raffaele Patella, Antonino Randazzo, Digital Video Images di Sanzone, Giuseppe Scauso, Samuele Sciacchitano, Alessandro Spatafora, Paolo Spatafora, Foto Stella, Mario Vassallo, Giuseppe Vivona.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCS Santangelo (M5S): Passi in avanti per la conversione del laboratorio di sartoria della Casa di Reclusione di Favignana
Articolo successivoAita Mari: la Guardia Costiera esegue ispezione a bordo a tutela della sicurezza della navigazione.
Marcello Contento
Marcello Contento, nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.