Castellammare 2.0 “assente” dal Consiglio: “Dare vitalità ai lavori. Atti di indirizzo e mozioni dimenticate”

Pubblicato: mercoledì, 11 settembre 2019
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

I Consiglieri di minoranza del gruppo “Castellammare 2.0” in una nota lamentano “lo stallo” del Consiglio Comunale: “Non possiamo più produrre in consiglio atti di indirizzo e poi dimenticare tutto.”

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. I Consiglieri di minoranza del gruppo “Castellammare 2.0” Nicolò Coppola, Marilena Titola, Giovanni D’Aguanno e Lorena Di Gregorio “assenti” dai lavori del consiglio comunale per chiedere nuovo impulso ai lavori del consesso civico, riunitosi ieri con all’ordine del giorno ben quattordici “debiti fuori bilancio da riconoscere” .

Con una lettera indirizzata al Presidente Mario Di Filippi e all’intero consiglio, pongono all’attenzione del Consiglio Comunale “la necessità di dare vitalità allo stesso riconquistando la funzione essenziale di indirizzo che per esso è imprescindibile, qualifica lo stesso e aiuta l’esecutivo nelle scelte che a volte sono assai delicate (acqua, rifiuti, sviluppo turistico, urbanistica etc…)".

"Diventa per noi essenziale – sottolineano - e sicuramente per tutto il consiglio comunale creare le condizioni base da cui ripartire per vivacizzare l’azione politica ma anche quella amministrativa. Se proviamo anche stasera a leggere i debiti fuori bilancio da approvare, ci accorgiamo subito, pur avendo amministratori tecnici, che parecchi debiti fuori bilancio erano evitabili. Allora La invitiamo a far cessare questa avvilente condizione del consiglio comunale, adoperandosi al meglio per acquisire la consapevolezza che siamo rappresentanti di tutti i cittadini, di quelli che ci hanno votato, ma ancora prima degli altri. Non possiamo più produrre in consiglio atti di indirizzo e poi dimenticare tutto e poi restare in attesa, non possiamo vivere di interpellanze, interrogazioni oppure ordini del giorno, ma abbiamo il dovere di essere tutti protagonisti del bene comune per costruire il quale ci siamo proposti. La nostra assenza – concludono - vuole essere da stimolo per costruire un percorso più qualificante ed efficace, a partire dai rapporti politici che vanno sicuramente rivisti”.

Letto 583 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>