Airgest, gli indagati

Pubblicato: martedì, 22 gennaio 2019
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

Questi i 15 destinatari dell’avviso di conclusione indagini

Gli avvisi di conclusione indagine per malversazione e falso, nell’ambito della presunta mala gestione dentro Airgest, la società che gestisce l’aeroporto diz Trapani, sono stati notificati a Salvatore Castiglione, Franco Giudice, Salvatore Ombra, Paolo Angius (attuale presidente del Cda di Airgest), Fabrizio Bignardelli, Vittorio Fanti, Giuseppe Russo, Giancarlo Guarrera, Luciana Giammanco, Letteria Dinaro, Michele Angelo Maggio, Antonino Di Liberti, Antonio Lima, Antonino Galfano.

Interviene Paolo Angius, presidente di Airgest. All’agenzia Agi ha dichiarato: «Parlerò con Musumeci e decideremo insieme il da farsi», dice commentando l’indagine della procura di Trapani. Il professionista è stato consigliere di amministrazione da agosto 2006 ad agosto 2007 e vicepresidente vicario dal 13 gennaio al 27 marzo 2012 e dal febbraio dello scorso anno è stato nominato ai vertici della società di gestione aeroportuale. «L'indagine riguarda un tema di interpretazione tecnica - continua - gli interventi dell’Airgest con Ryanair erano di puro marketing e fino al 2015 venivano ripartiti nel quinquennio. Nel 2016 ci fu il cambio della normativa e da quel momento l’intero costo iniziò a gravare su un unico bilancio». Al momento il 99,93% delle quote dell’Airgest è detenuto dalla Regione siciliana ma nel periodo contestato dalla procura, il 49% della società era di proprietà di alcune società private mentre il 51% era in capo alla Regione. «Ovviamente - conclude - nel tempo abbiamo concordato tutte le scelte con i soci privati e con i soci pubblici.

Letto 1091 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>