Ristoratore castellammarese condannato per stalking

Pubblicato: sabato, 29 dicembre 2018
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

TRAPANI. È stato condannato lo scorso 21 dicembre dal giudice monocratico Franco Messina del Tribunale di Trapani, sezione penale, un ristoratore castellammarese, R.G., alla pena di 7 mesi di reclusione per il reato di stalking in danno del cognato (marito della sorella).

La parte offesa, C.S. difesa dall’Avvocato Fabio Sammartano, si è costituita parte civile nel processo chiedendo il risarcimento dei danni. I fatti risalgono all’inizio dell’estate del 2017. Infatti l’imputato, difeso dall'avvocato Enrico Tignini del foro di Palermo, avrebbe inizialmente minacciato di morte il cognato arrecandogli un grave stato d’ansia e timore per la sua persona e per quella di un suo familiare. Nello specifico l’accusa, rappresentata dal Sostituto Procuratore della Procura di Trapani Rossana Penna, ha elencato una serie di condotte minacciose nei confronti del cognato, sfociate anche con un aggressione fisica. L’imputato infatti avrebbe perso per il collo il cognato minacciandolo di morte per essersi rivolto ai carabinieri a sporgere denuncia contro di lui. “Ti ragghiu la testa”, “ti ammazzo”, sono solo alcune delle frasi minacciose rivolte alla persona offesa.  Il giudice ha inoltre revocato la misura cautelare degli arresti domiciliari per l’imputato emessa dal gip del Tribunale di Trapani lo scorso 21 agosto 2017 e lo ha condannato al pagamento delle spese processuali.

“La condotta persecutoria nei confronti della parte offesa – spiega il legale della parte civile - è stata portata avanti per motivi strettamente familiari. Sostanzialmente l'imputato si è difeso cercando di provare che era "intervenuto" a tutela della sorella per una presunta storia di maltrattamenti subiti da quest'ultima a causa del marito. Giustificazione smentita dalle risultanze dibattimentali. La stessa moglie (presunta maltrattata) sentita dal giudice non ha mai fatto alcun cenno a detta circostanza.”

Letto 2875 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>