La Libera Orchestra Popolare di Marsala che r-Esiste contro l’indifferenza e il pregiudizio

Pubblicato: lunedì, 24 dicembre 2018
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

MARSALA. Non hanno mai smesso di suonare i ragazzi della Libera Orchestra Popolare di Marsala. Sebbene messi fortemente in crisi dagli effetti del Decreto Sicurezza, approvato dal governo pentaleghista. Loro ci sono ancora e r-Esistono.

L'Orchestra, nata da circa un anno e promossa dal Presidio marsalese di Libera e dalle associazioni Archè e Amici del terzo mondo,  era composta da oltre quaranta membri con diverse marginalità: giovani del circuito penale, residenti del quartiere popolare di Marsala, minori stranieri e richiedi asilo. Adesso,  a causa dell'approvazione del Decreto Sicurezza, il numero è drasticamente diminuito, specie per i ragazzi richiedenti asilo. Ma questo episodio non porrà la parola fine sull' Orchestra. Si tratta solamente di una battuta d'arresto.

È vero, la sala prove, ad oggi, non vanta più quel numero straordinario di persone, ma alcuni componenti ci sono ancora e insieme ai promotori sono certi che grazie allo sforzo di tutta la comunità marsalese, e non solo, presto si potrà ripartire con ancora più forza.

"La nostra esperienza non si è chiusa - commenta Salvatore Inguì di Libera - stiamo continuando a lavorare insieme a tanti amici che ci sostengono e si impegnano nella realizzazione di nuovi progetti "

Dal 7 Gennaio ripartiranno le sessioni di chitarra, piano e percussioni. L'Orchestra, quindi, riprenderà prestissimo a suonare contro l'indifferenza, il pregiudizio e la dilagante emorragia d'umanità che il nostro paese sta vivendo. E in questo impegno non sarà da sola: ci saranno tanti amici al suo fianco pronti a sostenerla.

E per favore, coloro che sostengono l'Orchestra, non chiamateli buonisti, nel senso dispregiativo, basta chiamarle persone buone che per fortuna in questo paese sono ancora la maggior parte.

Letto 726 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>