Castellammare, sospeso il dirigente Simone Cusumano

Pubblicato: lunedì, 3 dicembre 2018
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. È stato sospeso dal servizio in seguito all’indagine “Palude” condotta dalle Fiamme Gialle in cui risulta indagato in concorso per corruzione e turbata libertà degli incanti. A finire ai domiciliari anche i due imprenditori Antonio e Antonino Severino Caleca, oltre al Capo del Genio Civile di Trapani Giuseppe Pirrello, coinvolto quest’ultimo in un altro filone della stessa indagine.

Il Sindaco Nicolò Rizzo aveva già annunciato che il Comune avrebbe intrapreso “i consequenziali provvedimenti del caso” in attesa delle indagini della magistratura. Dopo la sospensione dal servizio è infatti stata pubblicata lo scorso 29 novembre la determina firmata dal Dirigente del settore Economico Gianluca Coraci con cui si ridetermina il trattamento economico dell’Ingegnere Simone Cusumano fino a qualche giorno fa a capo dell’Ufficio Tecnico comunale e oggi agli arresti domiciliari.

"La riduzione dello stipendio durante la sospensione ha natura di assegno alimentare come stabilito dall’Inps. Il periodo di sospensione dal servizio – si legge - non determina maturazione delle ferie, non da diritto alla maturazione della tredicesima mensilità ed inoltre non concorre all'anzianità contributiva”.

Le accuse dei pm nei confronti del dirigente Simone Cusumano riguardano gli affidamenti diretti e in somma urgenza a ditte amiche in violazione della normativa in materia di Codice degli Appalti e dei Lavori Pubblici. Secondo l’accusa Cusumano avrebbe goduto gratuitamente di un terreno per la realizzazione di un impianto eolico. I magistrati contestano, quindi, la gestione degli appalti “a proprio piacimento”.

Letto 2073 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>