Niente disdetta dell’affitto, i circa 700 alunni del Liceo Statale “V. F. Allmayer” resteranno ad Alcamo

Pubblicato: mercoledì, 13 giugno 2018
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Buone notizie dall'incontro in prefettura per discutere del futuro degli alunni dell'Allmayer di Alcamo che rischiavano il trasferimento a Calatafimi, è certo non saranno trasferiti, ma resta da chiarire il dopo affitto

Riunione in Prefettura per il caso degli alunni del paventato trasferimento degli alunni dell'Allmayer di Alcamo a Calatafimi. Abbiamo raggiunto il Sindaco di Alcamo per aver più notizie sulla questione e sulla riunione. Una prima buona notizia è il ritiro della disdetta dell'affitto dell'edificio che ospita questi alunni. Decisione che scongiura il manifestarsi dell'evento e rassicura per almeno due anni o tre gli alunni, il tutto dovrebbe essere finanziato dalla Regione Sicilia, come affermato dal Sindaco di Alcamo e rappresentata alla riunione dall'Assessore alle Attività Produttive Mimmo Turano e dal capo di Gabinetto dell'Assessore all'Istruzione Lagalla.

Dicevamo si parla di due anni o tre, di conseguenza abbiamo chiesto al Sindaco Surdi cosa accadrà dopo, quindi su un futuro stabile per gli alunni che vogliono e vorranno usufruire dell'insegnamento dei professori dell'Allmayer (Alla ribalta nei giornali per gli ottimi risultati e le lodevoli iniziative). Il Sindaco Surdi ha risposto che il Comune, la Provincia e la Regione si sono trovati sulla stessa lunghezza d'onda per sfruttare gli attuali finanziamenti e quelli futuri per costruire una nuova scuola o ristrutturare un immobile nel Comune di Alcamo, e questo sarà oggetto di futuri incontri.

Dal versante della politica regionale si registrano le dichiarazioni dell'Assessore Lagalla e dell'Assessore Mimmo Turano
“Abbiamo evitato un grave disagio per alunni e corpo docente - commenta l’assessore regionale all’istruzione Roberto Lagalla, che aveva già fatto visita all’Istituto scolastico, occasione durante la quale era stata già presentata la problematica. “Rimane comunque l’esigenza di dover trovare una soluzione definitiva e per questo vogliamo sfruttare fino in fondo  le opportunità finanziare messe a disposizione dal Governo regionale sul tema dell’edilizia scolastica”.
“Sono estremamente soddisfatto - aggiunge l’assessore alle Attività produttive Mimmo Turano - non solo perché abbiamo evitato una perdita per la città di Alcamo ma perché abbiamo sperimentato una proficua sinergia istituzionale che potrà essere un modello di lavoro importante per risolvere problemi piccoli e grandi del nostro territorio”.

Una vicenda che riporta in auge il problema del sistema scuola, sia a livello locale, regionale e nazionale. Le soluzioni ci diranno quanto le istituzioni politiche vorranno investire nel futuro, perché la scuola è il perno principale di una struttura, cioé lo Stato, in quanto prepara le generazioni che dovrebbero portare in alto l'Italia.

Letto 1895 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>