La cucina castellammarese “conquista” la Svizzera con lo chef Mirko Catanzaro

Pubblicato: giovedì, 3 maggio 2018
Vota l\'articolo
3
Vota l\'articolo
1

Masterclass dello chef castellammarese Mirko Catanzaro nel cuore della Svizzera

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il castellammarese Mirko Catanzaro, chef e proprietario del ristorante Mirko’s, è stato protagonista di una masterclass di cucina siciliana a Ginevra, nel cuore della Svizzera. Lo scorso 27 aprile è volato in terra svizzera per far scoprire piatti e prodotti tipici della cucina siciliana su invito della signora Yulia Koulikova che, insieme ad alcuni cittadini svizzeri, ha organizzato l’evento in collaborazione con l’AIGS e “Quelli dell’Aperitivi Italiano” di Ginevra.

Lo chef Mirko, che da anni gira il mondo alla ricerca di idee per i suoi piatti, in una struttura pubblica di Ginevra  ha spiegato ad un gruppo di circa 40 appassionati di cucina, provenienti da Russia, Francia, Italia e Svizzera, come nascono alcuni dei piatti più famosi della tradizione siciliana: dai piatti a base di pesce fino allo street food siciliano: “Sono riamasti estasiati dalla cucina siciliana. – ha affermato Mirko ad Alqamah.it – In particolare sono rimasti colpiti dai piatti rivisitati della cultura storica/concettuale siciliana e dal nostro street food: soprattutto dalle panelle e dallo sfincione.” Quella di Mirko è stata una lezione molto partecipata non solo per il numero dei partecipanti, ma soprattutto per la mole di domande sulla realizzazione dei piatti. “Sono andati letteralmente fuori di testa, – sottolinea Mirko sorridendo - hanno apprezzato molto la nostra “pasta alla norma” e la sua storia, oltre alla mia rivisitazione della “norma” che ho chiamato cavatuna senza sucu: il nome viene dalla sua preparazione, infatti, tramite un particolare sistema di filtraggio, il sugo della pasta non si vede ma c’è” . Oltre alla “norma”, tra i piatti presentati dallo chef Mirko anche la “pasta con il nero di seppia”, il pesce cucinato “alla siciliana” e altri piatti tipici, tutti rigorosamente con olio di oliva proveniente da Castellammare.

L’intera lezione è stata tradotta in russo, italiano, inglese e francese e a fine corso è stato consegnato ad ogni partecipante un attestato dell’AIGS (Accademia Italiana della Gastronomia Storica) di cui Mirko è ambasciatore per la città di Castellammare del Golfo. All’organizzatrice dell’evento è stato invece consegnato il gagliardetto della città di Castellammare: “È stata un’esperienza davvero significativa, sono molto soddisfatto  del successo ottenuto a Ginevra. I partecipanti sono rimasti molto colpiti dalla nostra cucina e verranno presto a visitare la Sicilia e soprattutto Castellammare del Golfo. Per una sera abbiamo “fuso” la cucina siciliana con quella ginevrina. Un evento che sicuramente si ripeterà in futuro. Ringrazio – conclude Mirko Catanzaro - tutti i partecipanti, gli organizzatori e la cantina Terre di Bruca per avermi supportato”.

Letto 7168 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>