L’istituto tecnico di Alcamo tra le scuole autorizzate a sperimentare i corsi di studio superiori di 4 anni

Pubblicato: venerdì, 9 febbraio 2018
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

All'istituto Tecnico "Girolamo Caruso" di Alcamo arriva la più innovativa sperimentazione degli ultimi decenni nel settore delle scuole superiori: il Ministero dell’Università e della Ricerca, con decreto n. 89 pubblicato sul sito ufficiale, ha autorizzato in Italia un totale di 192 scuole per la istituzione di corsi di studio superiori della durata di 4 anni, alla fine dei quali si consegue il diploma che da’ accesso diretto alle facoltà universitarie, ai percorsi degli Istituti Tecnici Superiori (I.T.S.) o al mondo del lavoro.

Tale percorso di studi si fonda sulla valorizzazione dell'eccellenza, ponendo al centro il merito di ciascun alunno che verrà selezionato, per garantire la sperimentazione in un percorso di studi ad una sola classe che si attiverà nell’anno scolastico 2018/2019 e che si concluderà con esame di stato, nell’anno scolastico 2021/2022.

Questa sperimentazione innovativa autorizzata al tecnico Caruso di Alcamo, si inserisce perfettamente nella vision dell’istituto e si armonizza con le altre iniziative già finanziate, o in via di finanziamento come il laboratorio territoriale per l’occupabilità che ha finanziato la creazione di laboratori altamente innovativi e tecnologici da destinare alle scuole, agli enti di ricerca pubblici ed alle imprese del territorio; il progetto Erasmus+ “Flip2Learn” che ha finanziato la sperimentazione condivisa di innovative metodologie didattiche digitaloriented e la stesura di un vademecum operativo e relativi toolkit, approvato ed attuato in 4 paesi dell’Unione Europea; il progetto Erasmus+ “School Mobility Manager” cha ha finanziato la stesura di un vademecum operativo e relativi toolkit, finalizzato alla ottimizzazione della mobilità da e per le scuole e la salvaguardia dell’ambiente, approvato ed attuato in 4 paesi dell’Unione Europea; l’istituzione di una Fondazione per la costituzione dell’Istituto Tecnico Superiore, in via di approvazione da parte della Regione Sicilia, finalizzato all’attivazione di due master biennale che fornirà gli strumenti atti a far crescita le competenze per l’inserimento nel mondo del lavoro, con professionalità specifiche, e la ricerca applicata per una prosecuzione degli studi nei dipartimenti di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali e Scienze Agrarie e Forestali.

Il Tecnico “Breve”, nonostante la durata ridotta (diploma tecnico in quattro anni anziché cinque), consente alle eccellenze di anticipare un anno il percorso scolastico per una prosecuzione degli studi in campo universitario (qualsiasi percorso di studi degli Atenei italiani ed Europei) o in alternativa un più rapido accesso al mercato del lavoro.

Non è previsto alcuno “sconto” sugli obiettivi formativi in quanto gli istituti scolastici dovranno assicurare il raggiungimento delle competenze e degli obiettivi specifici di apprendimento già previsti per i cicli quinquennali. La sperimentazione e l’innovazione si interfaccia con un nuovo stile didattico e pedagogico, va definitivamente in soffitta l’insegnamento ex cattedra per lasciare spazio alla flippedclassroom, storytelling, peereducation, collaborative learning, alla didattica modulare, alla compattazione delle discipline, all’insegnamento in ambienti didattici pensati per il coworking creativo sotto la guida e la supervisione di un docente esperto in grado di stimolare le giovani menti e soddisfare contemporaneamente le curiosità intellettuali e Tecnico pratiche sullo stile dei modelli riconosciuti ad ogni livello quali altamente performanti: lo stile tipico del college europeo!

L’indirizzo sperimentale autorizzato per l’Istituto Tecnico “Girolamo Caruso” di Alcamo è quello di “Costruzioni ambiente e territorio”, unico in nel sud Italia.

La classe sperimentale sarà composta da 20 ragazzi, che dovranno superare un test di ammissione psicoattitudinale, ed eventuali colloqui. Tali prove selettive si svolgeranno prima dell’inizio delle attività didattiche.

Le selezioni svolte da una commissione composta da docenti universitari, psicologi e da professionisti avranno il compito di certificare non solo la preparazione dell’alunno, ma anche di testare le potenzialità e le capacità degli studenti per garantire la sostenibilità del nuovo stimolante percorso di studi e la capacità di sopportare un ritmo di lavoro serrato ed articolato. Saranno accolte iscrizioni e richieste provenienti da tutta Italia e saranno attivate tutte le misure di contorno per garantire una produttiva permanenza a scuola delle venti eccellenze prescelte per merito ed ammessi a questa opportunità unica nel panorama locale e regionale.

Qualora i ragazzi interessati, e quindi le famiglie, abbiano già formalizzato la pre-scrizione presso altra scuola superiore, entro giugno possono chiedere di svolgere il test e decidere di modificare l‘indirizzo di studi prescelto e, una volta ammessi, essere iscritti al nuovo corso della durata di 4 anni.

Finalmente la Sicilia varca le Alpi e raggiunge l’Europa nel settore della istruzione pubblica statale e gratuita per tutti i cervelli migliori che vogliono restare nella nostra amatissima terra con le stesse opportunità del nord del mondo occidentale.

L'intervista alla Dirigente Scolastica dell'Istituto Tecnico alcamese "ITET Girolamo Caruso", Vincenza Mione:

Letto 1919 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>