Impianti trattamento rifiuti a Calatafimi e Francofonte. M5S all’Ars: “La Solgesta ci nega le carte” 

Pubblicato: martedì, 5 dicembre 2017
Vota l\'articolo
3
Vota l\'articolo
0

La deputata Valentina Palmeri: "Troppe ombre sugli impianti, autorizzazioni e documenti non sono nemmeno on line". 

PALERMO. "Del progetto inerente l'impianto abbiamo potuto consultare la versione cartacea direttamente presso l'Assessorato dell'Ambiente e fotocopiato la Relazione Generale nella quale abbiamo trovato molti elementi che meritano dovuti approfondimenti con le adeguate tempistiche. Questi elementi, insieme a una nostra posizione politica di contrarietà al progetto, li abbiamo fatti pervenire, attraverso una nota a firma mia e di Giampiero Trizzino, durante l'incontro del 12 Ottobre scorso con la cittadinanza calatafimese organizzato dal sindaco di Calatafimi Segesta per presentare il progetto pubblicamente"spiegano i deputati all’Ars del M5S.

“In merito – spiegano - alle domande di AIA richieste dalla Ditta Solgesta S.r.l per gli impianti di produzione di biometano in C.da Gallitello – Calatafimi (TP) e in C.da San Biagio - Francofonte (SR) si è reso necessario l'invio di una nota, da parte della deputata regionale del Movimento 5 Stelle Valentina Palmeri, al  Dirigente del Servizio 7 “Autorizzazioni Impianti Gestione Rifiuti – A.I.A” presso il Dipartimento Regionale dell'Acqua e dei Rifiuti dell'Assessorato Regionale dell'Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità”.

Valentina Palmeri

"Nella nota inviata all'Assessorato dell'Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità  - scrive Valentina Palmeri - si chiede di sapere l'indirizzo del sito internet ove è possibile consultare i documenti e gli atti inerenti i progetti della Ditta Solgesta S.r.l. che, per legge, devono essere pubblicati online per la consultazione del pubblico."

Non è la prima richiesta che fa l'On. Valentina Palmeri al fine di consultare i progetti di questi due impianti.

“Infatti, anche con riferimento alla V.I.A., la Valutazione d'impatto ambientale, le disposizioni del Codice dell'Ambiente prevedono la pubblicazione degli elaborati progettuali e altri documenti relativi agli impianti sul sito web istituzionale dell'Assessorato dell'Ambiente - spiega l'On. Valentina Palmeri del Movimento Cinque Stelle - la ragione è permettere a chiunque ne abbia interesse, dal semplice cittadino,  all'associazione ambientalista, ai fini della trasparenza del procedimento amministrativo, in linea con i principi della convenzione di Aarhus e nel rispetto delle norme citate, di conoscere il progetto e presentare le proprie osservazioni alle istituzioni. Ebbene, da questa estate chiedo agli uffici degli Assessorato dell'Ambiente di conoscere i progetti e sapere l'indirizzo web dove consultarli, ma senza successo".

In data 31.07.2017, infatti, veniva presentata dal M5S una istanza di accesso agli atti all'Assessorato Territorio e Ambiente in merito agli impianti in oggetto. La risposta arrivava dopo 60 giorni e il  Dipartimento rispondeva che non disponeva degli elaborati progettuali in supporto informatico (CD) in quanto la ditta non aveva li avevi forniti in tale formatto.

"Quanti più esperti e cittadini possibili devono poterlo valutare e fare le proprie osservazioni. Perché l'assessorato non ci ha ancora fornito la versione elettronica del progetto? -continua la deputata, che conclude dicendo -  Io e i miei colleghi del M5S continuiamo ad insistere affinché gli elaborati progettuali ed altri documenti della Solgesta s.r.l, vengano pubblicati online come prevede dalla legge. L'accesso all'informazione e la partecipazione del pubblico è un diritto sacrosanto che va rispettato, perché  tutelato dalla legge italiana che scaturisce dalle direttive europee. Tanto più in questo caso in cui non è chiaro il reale impatto ambientale dei progetti"conclude Palmeri.

Letto 1904 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>