Nasce a Castellammare lo sportello anticrisi per piccole imprese, lavoratori autonomi,  professionisti e privati

Pubblicato: lunedì, 20 novembre 2017
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Protocollo d’intesa siglato oggi  con i commercialisti e gli esperti contabili di Trapani.

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Uno sportello anticrisi da sovraindebitamento per piccole imprese, lavoratori autonomi,  professionisti e privati: siglato oggi, a palazzo Crociferi, il protocollo d’intesa tra il Comune e l’Occ-Odec Trapani, organismo deputato a gestire i procedimenti di composizione delle crisi da sovraindebitamento istituito presso l’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Trapani. Il protocollo è stato siglato dal presidente dell’ordine dei commercialisti di Trapani Mario Sucameli e dal vicesindaco Salvo Bologna, alla presenza del consigliere provinciale dell’ordine dei commercialisti Giusy Bosco e dell’assessore Antonio Mercadante. Lo “Sportello di composizione delle crisi da sovraindebitamento” oltre a favorire  chi ha problemi economici ha come scopo quello di “evitare il ricorso ad azioni illegali come l’usura”.

“Lo sportello, che attiviamo in via sperimentale, sarà di orientamento -spiegano il vicesindaco Salvo Bologna e l’assessore Antonio Mercadante- per chi vive situazioni di sofferenza legate alla crisi economica. Per questo abbiamo ritenuto importante predisporre delle azioni coordinate finalizzate a scongiurare l'aggravarsi di tali situazioni di difficoltà e la loro trasformazione in drammi familiari e sociali. Lo sportello è importante poiché si pone all'ascolto di chi manifesta una situazione di disagio per contribuire a ridurre la sofferenza personale e familiare e prevenire il diffondersi di fenomeni criminosi come l'usura o altre forme di illegalità economica. Inoltre informerà sulle possibilità di ricorrere alle procedure previste dalla legge 3/2012 (nota come “salva suicidi”) che, come hanno fatto presente all’atto della firma del protocollo il presidente dell’ordine dei commercialisti Mario Sucameli e il consigliere provinciale Giusy Bosco, che ringraziamo per la collaborazione, riguarda il risanamento della condizione debitoria, con lo sdebitamento, per coloro che non possono accedere alle procedure concorsuali previste dalla legge fallimentare –concludono il vicesindaco Salvo Bologna e l’assessore Antonio Mercadante-,ma che si trovano comunque impossibilitati a far fronte agli impegni”.

Lo sportello fornirà informazioni e raccoglierà i questionari che riguardano il sovraindebitamento dell'utente/imprenditore, che ha difficoltà economiche. L’ordine dei commercialisti nominerà un “gestore della crisi” tra i professionisti, che valuterà l’opportunità di presentare istanza in base alla legge che prevede il risanamento della condizione debitoria. Lo sportello istituito presso la sede comunale, subito dopo la formazione degli operatori, sarà attivo su appuntamento in modalità front-office nei locali, nelle giornate ed orari che saranno resi noti a breve.

Letto 999 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>