Regionali, “voti comprati a 25 euro”. Indagato neo deputato Tamajo

Pubblicato: sabato, 11 novembre 2017
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

"Dopo il caso Cateno De Luca, nuova tegola sull'Ars"

PALERMO. A pochi giorni dal voto regionale che ha eletto Nello Musumeci come nuovo Presidente della Regione Siciliana e i nuovi 70 deputati all’Ars, arriva un’altra tegola sul Parlamento Regionale che ancora non si è insediato. Dopo gli arresti domiciliari per evasione fiscale per il neo deputato messimese dell’UDC Cateno De Luca, questa mattina ha finire indagato è il neo deputato di "Sicilia Futura" Edy Tamajo, eletto con quasi 14 mila preferenze. Tamajo, secondo quanto si apprende dalle agenzie stampa, avrebbe "pagato 25 euro a voto". L’accusa è della Procura della Repubblica di Palermo che contesta al neo deputato il reato di  associazione a delinquere finalizzata alla corruzione elettorale. Tamajo, che questa mattina ha ricevuto un avviso di garanzia, sarà sentito nei prossimi giorni dal procuratore aggiunto Sergio Demontis e dal sostituto Fabiola Furnari.

Tamajo è stato il più votato a Palermo e il terzo in Sicilia. Intanto in molti sospettano che lo stesso Tamajo avrebbe in realtà dirottato i voti dal candidato Presidente del centrosinistra Fabrizio Micari, con il quale lui era candidato, al neo eletto Presidente del centrodestra Nello Musumeci.

L’On Tamajo, intanto, respinge le accuse e si difende: "Apprendo con stupore l'avvio dell'inchiesta giudiziaria nei miei confronti. Posso affermare, senza timore di smentita, di non aver mai comprato un solo consenso, ma di aver costruito la mia carriera politica sull'attività quotidiana a favore della gente e della collettività. Si tratta di condotte – aggiunge Tamajo - che sono lontano anni luce dal mio modo di fare politica, da quello della mia famiglia e del mio gruppo politico. Ho dato la mia totale disponibilità, nei confronti dell'autorità giudiziaria, per chiarire questa incresciosa vicenda che sono sicuro, grazie al lavoro dei miei avvocati, riuscirò prestissimo a dimostrare che si tratta di un infondato castello di accuse. Starò in silenzio per qualche giorno; un silenzio pieno di rabbia e un cuore lacerato che batte forte”.

Un’altra vicenda, quindi, che alimenta quel vortice di polemiche che dall’inizio della campagna elettorale non smette di far discutere, ovvero la polemica sui cosiddetti “impresentabili”.

Sulla vicenda il movimento "Sicilia Futura" con una nota dichiara: "Conosciamo Edy Tamajo e ne apprezziamo serietà e correttezza. Confidiamo in un lavoro celere degli inquirenti e della magistratura, cui riconosciamo doti di imparzialità e serietà, e auspichiamo che presto tutto possa essere chiarito con la dimostrazione della sua piena estraneità".

Letto 771 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>