Bologna, una pasticceria alcamese incaricata di realizzare una torta per Papa Francesco: “Una grande emozione”

Pubblicato: mercoledì, 4 ottobre 2017
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

BOLOGNA. Una pasticceria alcamese è stata incaricata di realizzare una torta per il Santo Padre in occasione della sua visita in città domenica scorsa all’ hub migranti. Si tratta della pasticceria tipica siciliana dei "fratelli Asta" in via Battindarno a Bologna. Un pezzo di autentica Sicilia nel cuore di Bologna. I proprietari sono due fratelli alcamesi ma trapiantati nella città emiliana da diverse generazioni, esattamente dal 1973. La loro pasticceria siciliana è stata incaricata la scorsa settimana di realizzare un dolce per il Santo Padre, in occasione della sua visita al centro migranti di Bologna. "Possiamo dire che il Papa ha mangiato "alcamese". – afferma Giacomo Asta ad Alqamah.it – La nostra è ovviamente una pasticceria tipica siciliana ma ci occupiamo anche di piatti e dolci tipici bolognesi: papà è alcamese mamma bolognese".

Quella dei fratelli Asta, che oggi gestiscono il bar/pasticceria di famiglia, è una storia lunga che si tramanda da padre in figlio. La passione per la pasticceria dal nonno Gioacchino è passata al padre Francesco e allo zio Antonino, fino ad arrivare ai due giovani pasticceri/imprenditori Federico e Giacomo che in pochi anni si sono fatti conoscere in città e non solo, tanto da aggiudicarsi due anni fa il premio come migliore giovane imprenditore dell'anno per Giacomo e come miglior pasticcere dell'anno per Federico in provincia, concorrendo con oltre 400 invitati.

"In questi anni abbiamo lavorato molto sul marketing e sui social. Sulla nostra pagina Facebook – spiega Giacomo Asta ad Alqamah.it - raccontiamo le nostre attività quotidiane. Da qualche anno ci chiamano diversi artisti, tra gli ultimi Antonello Venditti, Fabio Cannavaro, Gabry Ponte, Nina Moric, a breve faremo la torta per Marco Masini, prepariamo torte anche per il Bologna Calcio e altre squadre di Serie A (l’altro ieri abbiamo realizzato la torta per il compleanno di Poli) … fino ad arrivare alla chiamata del presidente dell’Onlus che gestisce il centro immigrati di Bologna in occasione della visita del Papa programmata appunto per domenica scorsa. Inizialmente ci sembrava uno scherzo, poi abbiamo realizzato che era tutto vero”. Federico Asta, che tra l’altro fa parte anche della "Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria e Cioccolateria", ha così realizzato una torta a terrazze per il Pontefice: "Abbiamo realizzato una torta in pasta di zucchero di cinque piani per un totale di 24 chili: il primo, il secondo e il quinto piano sono stati farciti con crema Chantilly e Gocce di Cioccolato, il terzo piano al Pistacchio, il quarto Chantilly e Nocciola. Tra le tantissime torte realizzate fino ad oggi questa del Papa rappresenta la più emozionante e motivo di orgoglio.

“Noi – conclude Giacomo – siamo molto legati alle nostre origini, alla nostra città e alla pasticceria alcamese. Torniamo ad Alcamo ogni estate per le ferie ad Alcamo Marina”.

Letto 12299 volte.
1 Commento
Dì la tua
  1. Pluto ha detto:

    Più che la pasticceria forse il pasticcere è “alcamese”….

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>