Aeroporto, appello delle imprese

Pubblicato: domenica, 1 ottobre 2017
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Si sono rivolti ai sindaci e agli amministratori del territorio

di Giulia Giacalone

Una serie di sigle del settore turistico , commerciale e imprenditoriale del territorio si sono messe assieme per rivolgere un appello a fronte dell'annunciata crisi del trasporto aeroportuale. "A seguito della crisi che ha colpito Ryanair - scrivono - è previsto che la stagione invernale sarà fortemente penalizzata. L'aeroporto di Trapani vedrà la sua operatività quasi del tutto compromessa, creando enormi disservizi al/sul territorio. La Sicilia occidentale, e in particolare la provincia di Trapani, non potendo contare su un sistema dei trasporti alternativo a quello aeroportuale, rimarrebbero praticamente isolate.  Gli scenari sono ancora più bui se si guarda alla prossima stagione. Mentre in tutti gli altri aeroporti italiani (compresi quelli di Palermo, Catania e Comiso) sono stati già caricati gli "operativi" dei voli previsti per la stagione estiva, ad oggi su Trapani non sono previsti "movimenti". In altre parole, se non dovessero intervenire novità "positive" entro brevissimo tempo, dalla fine del prossimo mese di marzo, l'aeroporto di Trapani non ospiterebbe più voli di linea, trasformandosi di fatto in una grande scatola vuotaGli imprenditori alzano la loro voce in un periodo certamente particolare e dove difficilmente troveranno politica e politici disattenti. Siamo infatti alla vigilia di un voto importante, quello per il rinnovo del Parlamento regionale. E sappiamo bene che tra i candidati troviamo politici che nel tempo qualcosa sui destini dell'aeroporto avrebbero potuto ben fare, e invece lo sviluppo degli accadimenti ha visto gravi disattenzioni intanto in capo alla società di gestione dell'aeroporto, l'Airgest, notoriamente usata per garantire assunzioni ed altro ad uno dei cerchi magici presenti nella nostra terra. E quando gli imprenditori parlano di danno qualcuno ha responsabilità precise, anche tra i parlamentari uscenti, nonché anche qualcuno dei candidati già pronti a scendere in campo. Gli imprenditori però non demordono: "Il danno conseguente per tutto il territorio sarebbe enorme. L'assenza di collegamenti porterebbe alla conseguente chiusura di migliaia di attività turistico-ricettive e alla crisi di tutto l'indotto, con un danno economico senza precedenti che riguarderebbe anche le casse degli enti locali e di alcune aziende partecipate. Senza contare il danno patrimoniale per la società di gestione aeroportuale e i milioni di fondi pubblici investiti negli ultimi anni che andrebbero letteralmente in fumo.  Chi fa impresa in questo territorio sa però che dietro le criticità spesso si nascondono delle grandi opportunità. Negli scorsi mesi, grazie al lavoro di tutti i soggetti istituzionali coinvolti, è stato infatti possibile reperire i fondi necessari per rilanciare e sostenere i flussi in arrivo presso l'aeroporto di Trapani.  E' adesso necessario/urgente trovare la formula più rapida e funzionale per destinare i fondi reperiti". L'aeroporto è oggetto principale della campagna elettorale ma gli imprenditori chiedono unità d'intenti: "Non è il tempo dello scarica barile, delle beghe personali, dei veti incrociati. Servono piuttosto unione di intenti, sinergia, politiche di sistema e condivisione. Bisogna salvare questo territorio da quella che potrebbe essere la più grave crisi economica e sociale degli ultimi 50 anni, a tutto vantaggio di altri territori e di altri "interessi", che mirano da anni ad accaparrarsi quote di mercato che la provincia Trapanese potrebbe cedere per proprie inadempienze". E infine:  "Siamo nelle vostre mani. A voi il compito di decidere se rilanciare o affossare i territori che amministrate". L'appello è stato firmato da: Elite Island per Sezione Turismo di Confindustria, AOTS - Associazione Operatori Turistici Sanvitese, ATA Isole Egadi - Associazione Turistico Alberghiera Isole Egadi, A.A.C.S. - Associazione Albergatori Castellammare e Scopello, Agriturist Trapani, A.S.T. - Associazione Strutture Turistiche Marsala, Consorzio Portuale Trapanese, Saline Ettore & Infersa, Sosalt S.p.A., Krivamar srl, Operatori Privati del Distretto Turistico Sicilia Occidentale, Pantelleria Inn s.r.l., Trapani Tourism Service srl, Ciuri S.r.l.,Camping Lilybeo VillageCasale Corcella, Agriturismo Tenute Plaia, Rua Nueva Appartamenti Vacanze S.r.l., Agriturismo Vultaggio, Agriturismo Valle Benuara, Hotel Divino di Tranchida Maria Giovanna, Tenuta Fratelli Sanacore, Trapani Welcome, Scopeltour di Asaro Laura Daniela, Vallovin S.r.l., Tourismind Network, Maree di Roberto Culcasi & C. S.a.s., Arcipelago Egadi S.r.l., We-Com S.r.l.

Letto 1342 volte.
1 Commento
Dì la tua
  1. […] Una serie di sigle del settore turistico , commerciale e imprenditoriale del territorio si sono messe assieme per rivolgere un appello a fronte dell’annunciata crisi del trasporto aeroportuale. “A seguito della crisi che ha colpito Ryanair – scrivono – è previsto che la stagione invernale sarà fortemente penalizzata. L’aeroporto di Trapani vedrà la sua operatività quasi del tutto compromessa, creando enormi disservizi al/sul territorio. La Sicilia occidentale, e in particolare la provincia di Trapani, non potendo contare su un sistema dei trasporti alternativo a quello aeroportuale, rimarrebbero praticamente isolate.  Gli scenari sono ancora più… [leggi su alqamah.it] […]

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>