Favignana e l’Area marina protetta aderiscono a “PeaceDrums”

Pubblicato: martedì, 19 settembre 2017
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Tamburi di pace in concerto in 100 località lungo le sponde del Mediterraneo. Favignana e Lampedusa insieme, unite dagli stessi “Battiti di cuore per il Mediterraneo”.

FAVIGNANA. Anche la maggiore delle isole Egadi aderisce, grazie alla presenza dell’Area Marina Protetta "Isole Egadi" - che oltre ad essere partner è anche proponente dell’iniziativa - a PeaceDrums, il concerto diffuso per la pace e il dialogo nel Mediterraneo che inizierà il 23 settembre al tramonto, da Lampedusa, luogo simbolo dell’accoglienza, e che vedrà più di 100 concerti sulle sponde del Mediterraneo rispondere in streaming, con impatto globale da 15 nazioni differenti.

L’idea è la realizzazione di un sogno, un’avventura sostenuta dal Comune di Lampedusa e dalle maggiori ONG nazionali e internazionali. PeaceDrums è organizzato in collaborazione con il Festival delle Generazioni e EMMA: la raccolta fondi servirà a finanziare l’evento e a favorire l’acquisto di strumenti musicali per l’Istituto omnicomprensivo Luigi Pirandello e il conservatorio di Damasco.

A Favignana l’evento solidale in musica è in programma al tramonto sulla spiaggia della Praia, con inizio alle ore 19. A suonare saranno i bambini della Lustro Percussion Ensemble, Gioele Tammaro, Andrea Lombardo, Antonino Amato, Girolamo Balistreri e Paolo Macchi. Saranno presenti, tra gli altri, il sindaco delle Egadi e presidente dell’Area marina protetta, Giuseppe Pagoto, e il direttore dell’AMP, Stefano Donati, che ha seguito sin dai primi passi, assieme all’allora sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini, l’evolversi del progetto.

Letto 392 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>