​“Pani cunzatu fest” e Marco Manera in piazza a Scopello.

Pubblicato: venerdì, 1 settembre 2017
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Conclusione del progetto teatrale “Murritiamo” alla villa comunale.  Oggetti d’arte in esposizione nella sala del cinquecentenario

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. “Pani cunzatu fest” sabato 2 settembre nel baglio di Scopello: degustazioni del tradizionale pane cotto a legna condito con olio extravergine d’oliva, pomodoro, formaggio e acciughe, a cura delle attività locali. Nel borgo è prevista anche musica ed intrattenimento.Sabato 2 settembre, inoltre, alle ore 21,30, sempre in piazza a Scopello, il comico Marco Manera in scena con “Magaria”. Lo spettacolo ad ingresso libero patrocinato dal Comune, è promosso dall’Agricantus  ed inserito nella rete regionale teatrale e nel circuito musicale della Sicilia,  con il sostegno economico dell’assessorato regionale al Turismo e Spettacolo. “Magarìa (affabulazioni siciliane) è un recital teatrale in cui si racconta la Sicilia attraverso quattro capitoli: l'amore, il dolore, il cunto e i siciliani. Marco Manera si serve della poesia, delle storie e dei personaggi antichi per raccontare, tra il serio e il faceto, una terra che non c'è più, ma che è nascosta nel nostro cuore come un incantesimo, la magarìa appunto, che può venire fuori se stuzzicata da un attore che canta e cunta, arrivando al cuore…”.

Performance finale, alla villa Margherita, del laboratorio teatrale “Murritiamo” tenuto nell’istituto “Mattarella–Dolci” da quattro giovani attori diplomati alla scuola di teatro di Bologna.Domenica 3 Settembre alle ore 20,30 nella villa Margherita, i partecipanti al laboratorio incontreranno il pubblico presentando il risultato delle due settimane di lavoro. Prima della dimostrazione finale, sabato 2 settembre alle ore 21,30 e domenica 3 settembre alle ore 20 circa, due performance con musica e recitazione nella zona pedonale di corso Garibaldi e corso Bernardo Mattarella.

 Sempre sabato 2 settembre a partire dalle ore 21, serata Karaoke nella villa Olivia, a cura dell’associazione “Sos tuttofare”. Nella sala dei 500 anni, in corso Mattarella, fino al 7 settembre, esposizione di oggetti d’arte di Nino Ciaravino.

Letto 1563 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>