Al via oggi l’ottava edizione del Festival Alcart Legalità e Cultura. Tre giorni di arte, cultura e musica ad Alcamo.

Pubblicato: mercoledì, 16 agosto 2017
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

ALCAMO - Prenderà il via oggi l’VIII edizione del Festival Alcart Legalità e Cultura, diventato ormai un importante appuntamento dell’estate alcamese, noto in Sicilia e riconosciuto anche a livello nazionale.

Arte, fotografia, cultura, cinema e musica si fondono sotto un unico grande palcoscenico per garantire al visitatore un’esperienza completa e ricca di sfaccettature. Tutta la zona di piazza Bagolino verrà quindi arricchita da contenuti e animazione per rendere le tre giornate complete sotto ogni punto di vista.

Un allestimento che per essere realizzato necessita del contributo di moltissimi volontari che lavorano incessantemente per mesi per raggiungere l’obiettivo che risulta più ambizioso di anno in anno.

Innumerevoli esposizioni di artisti locali riempiranno la villetta di piazza Bagolino con i loro lavori, le proprie fotografie ed i loro quadri.

La parte finale del Corso VI Aprile ospiterà invece per i tre giorni della manifestazione la mostra fotografica “Razza Umana” di Fulvio Eterno che ha ritratto più di un centinaio di passanti per raccontare uno spaccato della società che ci circonda.

Il legame con il territorio diventa sempre più forte con la collaborazione che si è intrapresa quest’anno con Slow Food, con cui sono stati creati tre Laboratori del gusto (Olio, Vino e Formaggio) che si terranno presso Sicilì per meglio comprendere le peculiarità e le qualità di ciò che mangiamo. (Laboratori su prenotazione)

Un particolare interesse è rivolto anche ai bambini che potranno godere anche loro come i “grandi” di seminari ed incontri che si terranno presso la Libreria Strettalafoglia nel Corso VI Aprile durante le tre giornate a partire dalle ore 18:00.

Come ogni anno le attività culturali pomeridiane saranno concentrate presso il Caffè Nannini sito all’interno della villa comunale di Piazza Bagolino e lo scenario per la parte musicale resterà il Parco Suburbano. Nuova location invece per la visione dei documentari che verranno proiettati alle 20:30 nell’atrio all’interno degli edifici che si affacciano su via Florio.

Ad aprire la manifestazione oggi alle ore 18:30 la presentazione del libro Operazione Lure del giornalista Salvatore Parlagreco, presentato dal giornalista Rino Giacalone al Caffè Nannini. Ambientato in un presente alternativo, questo avvincente romanzo, tra thriller, fantapolitica e ucronia, indaga su un passato rimosso troppo facilmente, fatto di misteri e misfatti.

Si prosegue alle 20:30 con la proiezione del documentario Borgo Vecchio Factory di The Pirainesi Experience, diretto da Caludio Esposito nell'atrio in via Florio. Un mediometraggio che documenta la rivoluzione di un ciclo di laboratori di pittura creativa per bambini - finanziato tramite crowdfunding - che ha coinvolto alcuni street artist nel rivoluzionare, assieme alla comunità locale, l'aspetto di Borgo Vecchio (Palermo), un quartiere che vive condizioni di povertà e in cui si registra un alto indice di dispersione scolastica.

Dalle 22:00 spazio alle band musicali al Parco Suburbano. Si comincia con la band palermitana I Giocattoli nati per puro divertimento nel finire del 2016 da un idea di Duilio Scalici ed Ernesto Mormile. Si prosegue con i genovesi Ex-Otago che con ben cinque album alle spalle, una carriera quindicinale e collaborazioni illustri porteranno le loro hit, come "Quando sono con te", "Cinghiali incazzati" e “I giovani d'oggi”, sul palco di Alcart.

La giornata si concluderà con la musica di DJ L-CUT che si è affermato come uno dei migliori Party Rocker della Svizzera. Con oltre un decennio di esperienza, è in grado di accompagnare il suo pubblico in un unico viaggio musicale.

Letto 1673 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>