Depuratore di Castellammare, Cambiamenti: “Finalmente un po’ di chiarezza”

Pubblicato: venerdì, 4 agosto 2017
Vota l\'articolo
3
Vota l\'articolo
0

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. L’associazione "Cambiamenti" ritorna sulla spinosa questione del depuratore di Castellammare del Golfo, da anni al centro del dibattito politico non solo locale. L’associazione "Cambiamenti", dopo aver richiesto chiarimenti al Sindaco Coppola sullo stato dell’arte e sui tempi circa l’inizio dei lavori, ha ottenuto, grazie alla collaborazione con la deputata all’ARS del M5S Valentina Palmeri una risposta direttamente dal Commissario incaricato dalla Regione per la realizzazione di tutti gli impianti di depurazione in Sicilia.

Riportiamo integralmente la nota di "Cambiamenti" con le risposte del Commissario:

“Il 23 dicembre 2016 chiedevamo al Sig. Sindaco, con interpellanza prot.52990, informazioni in merito allo stato d'avanzamento dei lavori per la realizzazione del nuovo impianto di depurazione da ubicare interrato alla radice del molo foraneo.

Alla suddetta, il Sindaco rispondeva prima in merito all'impianto di Scopello riferendo che, in data 08/11/2016 si è svolto un incontro con la società costituita, il Commissario nominato, un RUP e un Direttore dei lavori, dal quale è emerso che l'impianto di Scopello che è sotto soglia viene spinto da progetto definitivo a esecutivo da parte del Commissario.

Per quanto riguarda invece il depuratore di Castellammare, il Sindaco specificava che quello su cui era possibile darci risposta, ovvero le cui competenze erano state affidate all'ente Comune, riguardava la problematica relativa al rischio idreogeologico. Rispetto a questo, in quell'occasione ci riferì che "in questi giorni sono in fase di collaudo" e aggiungeva che dopo tale certificato di collaudo ci sarebbe stato il passaggio da R3 a R2, dopodiché il progetto sarebbe diventato esecutivo e andato in gara, specificando che tutto ciò spettava al Commissario e che i ritardi derivavano dall'accreditamento di somme che non dipendono dall'Ente. Infine, sempre in quell'occasione, si dichiarò fiducioso e ottimista, poiché "i Commissari hanno creato una struttura con la finalità di finire le opere". Ci chiediamo: perché forse la struttura che coordinava i lavori del depuratore prima del commissariamento non aveva la stessa finalità?! Sembra che il commissariamento lo renda più ottimista e fiducioso di quanto non sarebbe stato portando avanti l'intera opera in prima persona...

Ad ogni modo, tralasciando il fatto che la risposta che abbiamo ricevuto è come sempre sommaria e approssimativa, come di chi "tanto non è più mia responsabilità, io solo il costone roccioso devo mettere in sicurezza", continuiamo a ritenere importante che i castellammaresi vengano aggiornati rispetto ai passaggi che dovranno (si spera) portare alla realizzazione di un'opera di fondamentale importanza per la nostra Castellammare. Opera che chissà, se le cose fossero andate diversamente, oggi probabilmente sarebbe già stata realizzata. Opera che non può non essere trattata con il massimo dell'attenzione dato l'impatto che ha sul nostro territorio la sua assenza, in termini di ricadute ambientali, turistiche e quindi economiche.

Per tale motivo, ci siamo mossi in prima persona per cercare altrove le risposte che il Sindaco Coppola non ci ha dato e, grazie al supporto della Deputata Regionale Valentina Palmeri, siamo riusciti ad avere delle informazioni direttamente dal Commissario Regionale Rolle, che in una nota scrive:

All’atto del commissariamento (ex art.7 comma 7 decreto Sblocca Italia) l’iter attuativo degli interventi era allo stato iniziale, in particolare: 

per l’intervento “Realizzazione nuovo Impianto di Depurazione” era stato redatto un progetto preliminare non approvato e mancante dei necessari pareri di legge; 

per l’intervento “Realizzazione del sistema fognario del centro abitato della frazione di Scopello e zone costiere limitrofe” era stato redatto un progetto definitivo, anch’esso non approvato e privo dei pareri di legge. 

In entrambi i casi il Comune intendeva procedere all’affidamento dei lavori mediante appalto integrato, a partire dal preliminare per il primo e dal definitivo per il secondo, non più attuabili con la normativa vigente (D.Lgs. 50/2016). 

Al fine di proseguire l’iter attuativo degli interventi, la Struttura Commissariale ha effettuato l’istruttoria tecnico amministrativa dei progetti, compresa la documentazione inerente i pareri già acquisiti, da cui è emersa una criticità in merito alla localizzazione dell’impianto di depurazione: infatti, il sito scelto alla base del molo foraneo risulta al piede di un costone roccioso soggetto a rischio di crollo. 

L’ufficio del Genio Civile di Trapani, nel settembre del 2016 ha aggiudicato i “Lavori di somma urgenza per la riduzione del rischio di crollo massi dal costone roccioso soprastante l’area portuale, al fine della riduzione del rischio idrogeologico esistente”, che, come verificato nel corso del sopralluogo del 26.06.2017, risultano realizzati (disgaggiamento e/o fissaggio dei massi pericolanti e collocazione di barriera paramassi alla sommità della parete). 

In data 31 luglio 2017 "non risulta che il Comune di Castellammare del Golfo abbia ancora attivato, con l’Ufficio PAI del Dipartimento Regionale dell’Ambiente, la procedura di declassamento del rischio R3 del sito. 

Tale area, inoltre, stretta tra il costone roccioso e il mare, risulta limitata dal punto di vista dell’estensione e, quindi, dovranno essere attentamente valutate eventuali necessità di ampliamento dell’impianto determinate da prescrizioni/osservazioni di Enti. Per la risoluzione di tali criticità, il Commissario Unico intende convocare per la prima decade del mese di settembre una riunione tecnica o una CdS preliminare con il Comune e gli Enti preposti al rilascio delle autorizzazioni".

Qui di seguito, riportiamo anche le informazioni forniteci dal Commissario sui tempi di attuazione degli interventi.

TITOLO INTERVENTO FINE PROGETTO ESECUTIVO INIZIO LAVORI FINE LAVORI COLLAUDO
Realizzazione nuovo impianto di depurazione giu-18 febb-19 febb-21 giu-21
Realizzazione del sistema fognario del centro abitato della frazione di Scopello e zone costiere limitrofe febb-18 ott-18 ott-19 febb-20

Grazie signor Sindaco, per il comune "fai da te" che ci ha donato in questi 5 anni.

Ass. Cambiamenti”

Letto 1879 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>