Stagione “rivoluzionaria” per la pallamano maschile

Pubblicato: venerdì, 7 luglio 2017
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Stagione "rivoluzionaria" la 2017/18 per la pallamano italiana al maschile. 

Riforma dei Campionati che vivrà nella prossima stagione una fase di transizione importantissima.
Il ritorno al girone unico nel campionato di serie A1 , riservato a sole 14 squadre porterà a ben 15 retrocessioni in serie A 2. E proprio il secondo campionato vedrà delle novità  per certi versi ancora  più importanti.
Intanto il girone E , quello Siciliano  sarà composto da otto formazioni;  Th Alcamo, Cus Palermo, Giovinetto Petrosino, Girgenti, Kelona Palermo, Messina ed Enna.
Campionato che si prospetta appassionante e combattuto.
Il girone siciliano si dovrebbe articolare con una formula di Andata e ritorno, più una fase ad orologio, per un totale di 21 giornate .
Ricordiamo che da questa stagione si ritorna al l'attribuzione di due punti per la vittoria , uno per il pareggio , aboliti i rigori in caso di parità a fine partita.
Al termine del campionato le squadre classificate dal quinto all'ottavo posto saranno retrocesse in serie B, le altre potranno partecipare al nuovo campionato di Serie A2 nel 2018/19 , che sarà articolato su tre gironi nazionali di 14 squadre.
La prima classificata partecipare alla Finale a otto per la promozione in A1  , che toccherà alla vincente di questo spareggio nazionale , cui prenderanno parte la vincente dei cinque gironi, più le seconde classificate dei gironi B , C , D , i più numerosi per squadre partecipanti.
Alla fine le retrocesse in B saranno ben  25 .
Numeri forti ,che la dicono lunga sulla volontà della federazione di alzare il livello della pallamano nostrana .
"Th Alcamo che ha perfezionato regolarmente iscrizione e affiliazione " dice il presidente Gaspare Randes " come tutti siamo rimasti sorpresi dalla scelta della federazione di limitare a soli tre gironi il campionato di Serie A2, pensavamo ad un formato di 4 gironi.
In pratica , continua il massimo dirigente  Tha , il nuovo campionato sarà molto più dispendioso dal punto di vista della logistica , con almeno 10 trasferte fuori dalla Sicilia rispetto all'attuale serie A 1 , comunque faremo in modo di non farci trovare impreparati e di puntare ad entrare tra le prime quattro " ha concluso Gaspare Randes.
Intanto Benedetto Randes nella duplice veste di direttore sportivo e allenatore della T.H.Alcamo,  si dice sodisfatto per il formato della nuova stagione.
" otto squadre il meglio della pallamano siciliana, con tradizione,  agonismo, spero che sia l'anno del rilancio per il nostro movimento, tornano piazze importanti come Enna ,Agrigento e Messina, una stagione da 21 partite, quattro retrocessioni in B , finalmente si torna a fare sul serio " e noi faremo di tutto per tornare ad essere protagonisti in questo campionato,  riportando Alcamo ai vertici " , dice Benedetto Randes .
Capitolo squadra, " rosa che ha terminato il campionato che è stata confermata in blocco,"   dice Benedetto Randes , " stiamo lavorando su più fronti, e in una prossima riunione con la dirigenza prenderemo delle importanti decisioni, intanto contiamo sul totale recupero di elementi come Matteo Guinci e Angelo Scire' che hanno dato il loro apporto nella stagione scorsa in maniera saltuaria.
Ci sarà anche il ritorno di alcuni atleti che nella scorsa stagione non hanno giocato per problemi personali " ha concluso Benedetto Randes.
Intanto Vincenzo Randes , Nazionale under 19 , resterà ancora in maglia Th Alcamo , nonostante  diverse richieste pervenute al talentuoso giocatore alcamese da società di serie A 1.
Vincenzo Randes ha deciso di restare ad Alcamo in vista della maturità scolastica.
Comunicato
Letto 510 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>