“Partinico città d’Europa – Cantiere aperto al Futuro” dichiara la propria indignazione sulla vicenda di Fundarò

Pubblicato: martedì, 30 maggio 2017
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

Attraverso un comunicato a firma di Mauro Giuseppe Nicolosi, portavoce pro-tempore del movimento politico - culturale "Partinico città d'Europa - Cantiere aperto al futuro", è stata esposta la solidarietà del movimento a Massimo Fundarò, vittima nei giorni scorsi, di alcune intimidazioni.

"Massimo Fundarò è da sempre impegnato nelle battaglie ecologiste e da qualche mese è entrato a far parte del Comitato ‘Partinico libera da inquinamento’, comitato creato da vari cittadini, sigle politiche, ambientaliste istituzionali e dal Movimento ‘Partinico città d’Europa – Cantiere aperto al Futuro’; al comitato Massimo Fundarò ha dato un notevole contributo di esperienza e competenza.

Ci duole costatare che i metodi contro chi persegue la giustizia nella nostra terra sono sempre i medesimi, la delinquenza, l’intimidazione e la minaccia. Chiunque si batte per il rispetto della legge della Repubblica viene a essere bersaglio di atteggiamenti inaccettabili, volgari e vigliacchi di chi non si rassegna al rispetto delle leggi di uno stato civile; di chi fa della barbarie il proprio abito quotidiano e dell’intrallazzo il proprio alimento quotidiano.

Ma stiano sicuri coloro che si celano dietro le intimidazioni di tutti i tempi e in ultimo di quelle di cui è oggetto Massimo Fundarò: chi fa politica e battaglia civile con la coscienza a posto e senza dover nulla a nessuno – perché a nessuno si è venduto -, non si piegherà mai alle violazioni della legge e non permetterà mai la ricerca del tornaconto personale a scapito del bene dei cittadini e della società intera.

A Massimo Fundarò la solidarietà e l’amicizia dell’intero Movimento ‘Partinico città d’Europa – Cantiere aperto al Futuro’."
Letto 957 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>