Morace ai domiciliari

Pubblicato: venerdì, 26 maggio 2017
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

Il gip raccoglie il parere del pm favorevole alla revoca della misura cautelare in carcere per l'armatore della Liberty Lines

Probabilmente la determinazione dell'on. Girolamo Fazio a mantenere l'incarico di deputato regionale ha indotto il gip Marco Gaeta a non rivedere la misura cautelare degli arresti domiciliari, permanendo il pericolo di inquinamento delle prove e reiterazione del reato. L'on. Fazio è indagato tra l'altro di corruzione nell'ambito dell'indagine denominata "Mare Monstrum". Gli altri indagati si apprestano a vedere ridotte se non revocata la misura cautelare. E' il caso dell'armatore Ettore Morace che dopo il parere favorevole del pm potrebbe già nelle prossime ore lasciare il carcere per andare agli arresti domiciliari. Determinante la sua decisione di dimettersi da amministratore della Liberty Lines, incarico che è passato a Gianni Morace. In via di revoca  gli arresti domiciliari a Giuseppe Montalto, segretario particolare dell'assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti senatore Pistorio. Anche per Montalto la modifica della misura cautelare a seguito della revoca dell'incarico di consulente (Montalto infatti non è dipendente della Regione). Per il suo futuro l'on. Fazio dovrà attendere un ulteriore passaggio. Il Gip infatti già nella misura cautelare ha stabilito che la competenza sulle indagini è della Procura della Repubblica di Trapani. Quindi con molta probabilità dovranno adesso essere la Procura e il gip del Tribunale di Trapani ad occuparsi anche della misura cautelare da applicarsi al vice presidente della commissione antimafia regionale che intanto è anche candidato alla carica di sindaco di Trapani in vista del voto del prossimo 11 giugno.

Letto 4143 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>