Ancora avvelenamenti di cani a Castellammare del Golfo

Pubblicato: martedì, 16 maggio 2017
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0
Immagini di repertorio

 immagini di repertorio

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Ci arrivano diverse segnalazioni di avvelenamenti di cani nella zona di Scopello. L’area interessata è sempre la stessa: la strada SP63 diretta alla Riserva Naturale dello Zingaro all’altezza del rettilineo di Scopello per poi proseguire verso Baia Luce, Punta Pispisa e Cala Mazzo di Sciacca.

“Nulla cambia, strada della morte era e strada delle morte resta” – spiegano alcuni abitanti della zona - E i soliti ignoti (criminali) restano tuttora a piede libero, liberi di scorrazzare sul nostro amato territorio a spargere bocconcini avvelenati. Quegli stessi bocconcini che uccidono indiscriminatamente cani e gatti e che intaccano quel poco di fauna selvatica che ancora arricchisce questi luoghi. E sì, perché anche di questo si tratta.

Ricordiamo – continuano - che sono diverse le aree interessate dalle stragi: la già citata area di Scopello, Guidaloca, zona Grotticelli, l’area di Balata di Baida, località Fraginesi, la città di Castellammare del Golfo e tante altre”.

“Invitiamo i cittadini a denunciare  - spiegano - presso le autorità competenti i presunti casi di avvelenamento o di segnalare il rinvenimento di bocconcini avvelenati o di materiale sospetto.

La denuncia, oltre a rendere possibile l’identificazione e la punizione degli avvelenatori, testimonierà la gravità del problema e renderà meno difficile il percorso per fermare il fenomeno”.

Per il Comune di Castellammare del Golfo potete contattare i vigili urbani al numero 0924/431221 oppure potete rivolgervi all’arma dei Carabinieri.

Letto 3031 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>