Polemica con il Mattarella Dolci e Bucca. Fundarò: “Ecco la verità”

Pubblicato: venerdì, 5 maggio 2017
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

La polemica tra l'istituto Mattarella-Dolci, Bucca e Massimo Fundarò (ECO) sembra non aver fine, anche per la presa di posizione del Presidente del Consiglio Comunale di Castellammare del Golfo, Bucca, a favore della scuola. Tutto questo ha spinto Fundarò a rispondere sia alla scuola che a Bucca.

Pubblichiamo per intero la nota stampa:

"Sono costretto a tornare sulla imbarazzante, e non certo per me, vicenda della mancata partecipazione dell'IISS P. Mattarella- D. Dolci alla giornata di sensibilizzazione ambientale  da me organizzata il 28 aprile scorso.

Le più recenti speculazioni, ultima quella del presidente del Consiglio Comunale di Castellammare del Golfo Domenico  Bucca,mi costringono a chiarire una volta per tutte quanto accaduto.

Allego a questo comunicato la mail da me  inviata alla preside il 21 aprile in cui spiegavo nei dettagli la natura e  gli scopi della manifestazione, e la mail di risposta della Preside del 28 mattina in cui mi comunica la disdetta della partecipazione dell'istituto.

Una semplice lettura fa balzare agli occhi che la GIORNATA ECOLOGICA DEL GOLFO aveva come scopo  "un approfondimento  informativo e divulgativo sulla gestione del ciclo dei rifiuti in Sicilia", e si articolava in due momenti distinti: la mattina  "Una manifestazione di carattere educativo-sportivo ECONUOTATA DELLO ZINGARO, al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica sui temi della sostenibilità ambientale"; il pomeriggio ad Alcamo  un "Convegno SI AL RICICLO NO AGLI INCENERITORI che prevedeva la partecipazione dei Comitati contro la costruzione dell'inceneritore di c/da Falconeria".

Nella mail veniva specificato che l'invito alla scuola riguardava l'appuntamento della mattina, patrocinato dal Comune di Castellammare del Golfo, che avrebbe provveduto al trasporto degli studenti con gli autobus comunali, e consisteva nell'accoglienza a Guidaloca dell'arrivo dell'ECONUOTATA e nella partecipazione di una barca d'appoggio dell'istituto durante l'impresa sportiva.

Ho informato, fin dall'inizio, la Preside sui dettagli e gli scopi della manifestazione, lungi da me ogni tentativo di strumentalizzare la partecipazione dell'istituto. Anche perchè ero completamente all'oscuro della circostanza che l'IISS P. Mattarella- D. Dolci aveva un rapporto di collaborazione nell'ambito degli obblighi di alternanza scuola-lavoro con la Distilleria Bertolino. Sono venuto a conoscenza di questo rapporto la mattina del 28 Aprile, in seguito alla telefonata con la Preside Giacalone che mi comunicava che era questo il vero motivo della disdetta della partecipazione della scuola alla Giornata Ecologica.

NON HO OMESSO NULLA, NE' TANTOMENO INGANNATO QUALCUNO.

Cosa sia accaduto nelle ore immediatamente precedenti alla manifestazione non è dato saperlo, anche se è facilmente ipotizzabile, ma non posso accettare che si cerchi di scaricare su di me responsabilità e colpe che vanno cercate altrove.

Alla luce delle reiterate accuse  della dirigente scolastica ed ora, di un poco informato presidente del Consiglio Comunale Bucca, mi riservo di consultare il mio legale per verificare se ci siamo gli estremi per una denuncia per calunnia e diffamazione nei miei confronti".

Letto 2330 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>