Palmeri (M5S): Riorganizzazione della Rete Ospedaliera “Una vera e propria mannaia ai danni dei cittadini”

Pubblicato: venerdì, 21 aprile 2017
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
22

“Su 23 comuni, alcuni dei quali con più postazioni, nel Trapanese la riorganizzazione della rete ospedaliera targata Gucciardi, alias Lorenzin, prevede ben 8 Comuni in meno ossia 8 postazioni tagliate".

Inizia così un comunicato del Movimento 5 Stelle alla regione  e in particolare a parlare è la deputata alcamese Valentina Palmeri che continua: "Una vera e propria mannaia ai danni dei cittadini che ammonta a quasi il 50% del servizio presente ad oggi e già peraltro carente”. Un allarme in merito al possibile dimezzamento del servizio di ambulanze 118 nel territorio Trapanese.

“Da quello che leggiamo dalle carte che lo stesso Assessore Gucciardi ha presentato, c’è davvero poco da stare tranquilli. Stiamo leggendo le sue goffe giustificazioni che però ovviamente non ci convincono perché, nero su bianco c’è scritto proprio questo. In pratica Gucciardi smentisce le sue stesse carte e probabilmente era convinto che nessuno si accorgesse della scure sul servizio. La Gazzetta Ufficiale dice questo, né più né meno. Noi ovviamente non permetteremo né a Gucciardi né alla sua mandante Beatrice Lorenzin, di smantellare un servizio utile non solo agli oltre 430 mila abitanti, ma anche - conclude Valentina Palmeri - ai numerosi turisti che soprattutto nel periodo estivo stagionano nel Trapanese”

Letto 1300 volte.
1 Commento
Dì la tua
  1. Effetto Alcamo ha detto:

    Ho riletto le dichiarazioni di Valentina alla vigilia del precedente appuntamento politico:
    http://www.alqamah.it/2016/05/01/palmeri-m5s-lospedale-di-alcamo-utilizzato-ancora-oggi-a-fini-di-campagna-elettorale/

    Allora diceva:
    “C’è molto da fare e si potrebbe fare tantissimo se fossimo amministrazione, allo scopo ad esempio di ridurre le liste di attesa per le visite specialistiche e attivando immediatamente i posti di lungodegenza e riabilitazione che sono previsti dall’atto aziendale approvato dalla regione ma che nei fatti è rimasto su carta”

    Ora che quel “se fossimo aministrazione” e’ diventata realta’, invece, sembra che la colpa delle mancanze siano tutte degli altri partiti.

    Viene il dubbio che quando parla dei politici che usano l’ospedale di Alcamo per fare campagna elettorale si riferisca a se stessa.

    Io non ce l’ho con l’amministrazione di Alcamo, sia ben chiaro.
    Solo non mi piace che prima della campagna elettorale si faciano dichiarazioni e poi non ci si prenda le proprie responsabilita’.

    Ricorda il caso di quel senatore M5s che ha portato davanti al ministro il caso della mancata approvazione del bilancio di Erice (28.000 abitanti) mentre non ha detto niente quando lo stesso e’ accaduto a Roma (3.353.000 abitanti), amministrata dal suo partito.

    Criticare va bene, ma va fatto in maniera oggettiva.
    Non in maniera selettiva solo per dare la colpa agli altri partiti politici.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>