Infortuni ed altro, ma la Libertas Alcamo continua a vincere

Pubblicato: domenica, 12 febbraio 2017
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Nessuno riesce a fermare la capolista, nemmeno quando la squadra deve fare i conti con una serie infinita di infortuni e altri guai. Neanche la grande verve agonistica degli avversari, in una gara divenuta una “battaglia” nell’ultimo quarto, può interrompere il cammino vincente della Lipari Consulting. Tutti hanno dato il loro contributo per centrare il tredicesimo successo consecutivo e mantenere l’imbattibilità: in avvio Provenzano e Giusti, poi Russo Tiesi e Andrè, nel finale il granitico Ranalli, Bottiglia (4 punti consecutivi) e ancora uno strepitoso Giusti. La GM Academy Palermo voleva centrare il risultato storico sfruttando gli ultimi terribili venti giorni della capolista (infortuni e assenze a ripetizione) e intessendo un clima a tratti infuocato e infarcito da qualche piccolo eccesso. Ma il roster e il carattere di Alcamo sono testati e di grande spessore. Basti dire che il coach alcamese aveva fuori uso Genovese, Vazquez, Ferrara e Agrusa. Chi ha giocato, però, ha sputato l’anima e gli “acciaccati” sono davvero stati stoici. In tal senso hanno primeggiato Marco Russo Tiesi costretto a giocare, nonostante i tanti guai muscolari, quasi l'intero match (grandi recuperi, assist, difesa e anche una tripla) e Paride Giusti che con una sola gamba (caviglia gonfia come un melone fino a pochi giorni fa) ha giustiziato i palermitani con due bombe, negli ultimi due minuti, dopo che ne aveva infilate altre quattro. Un match che mai è stato chiuso definitivamente ma che mai è stato messo in discussione. I palermitani, infatti, sono scesi sotto i 12 punti di svantaggio soltanto sulla sirena finale, tenuti a galla da Muratore e Biondo, strepitosi a tratti, capaci di segnare, insieme, 45 dei 66 punti di tutta la squadra. Venti punti, invece, il vantaggio massimo della Lipari Consulting che ha un po’ mollato nell’ultimo periodo, anche per alcuni eccessi nervosi dei padroni di casa, dopo aver chiuso il terzo tempo in vantaggio per 63 – 44. Nessuno, quindi, riesce a fermare Alcamo, nonostante ci si provi in tutte le maniere, che ritorna da sola al primo posto in classifica. Era stata raggiunta dalla Torrenovese soltanto per avere osservato, una settimana fa, il turno di riposo.

GM PALERMO – LIPARI CONSULTING 66 – 76 [8 – 19, 24 – 36 (16 – 17]), 44 – 63 (20 – 27), 66 – 76 (22 – 13)]

GM ACADEMY PALERMO 66: Cerasola S., Guastella, Bondo 19, Muratore 26, Brancato, Sorce 3, Mazza 8, Lanfranchi 4, Giallombardo, Cerasola M. 4, Musmeci 2, Musicò. Coach: Franco Lanfranci

LIPARI CONSULTING 76: Ranalli 12, Ajola, Bottiglia 8, Giusti 24 (6 triple), Russo Tiesi 9 (una tripla), Ventimiglia 2, Andrè 9, Provenzano 12, Genovese ne, Farina ne, Alfano, Blunda ne. Coach: Vincenzo Ferrara

Comunicato

Letto 1075 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>