Recesso “Strade del vino”: ABC “Ci preoccupa il modo di operare e di ragionare di questa amministrazione”

Pubblicato: mercoledì, 11 gennaio 2017
Vota l\'articolo
4
Vota l\'articolo
0
abcALCAMO - Si continua ancora a parlare dell'uscita del Comune di Alcamo dall'associazione Strade del vino, vicenda discussa in consiglio lunedì scorso a decisione già presa e portata avanti dalla Giunta Surdi. A lamentare  un comportamento errato da parte dell'amministrazione anche ABC che, attraverso un comunicato, esprime il proprio malcontento anche sulla bocciatura, da parte della maggioranza, della mozione del consigliere Cracchiolo (PD) e votata in maniera compatta da tutta l'opposizione, con la quale veniva richiesto il ritiro dell'atto di recesso e la conseguente rimessa in discussione della vicenda proprio in consiglio comunale.
"A seguito della decisione dell'amministrazione comunale di recedere volontariamente dall'associazione “Strada del vino – Alcamo Doc” e la successiva conferma in tal senso da parte della maggioranza consiliare targata 5 stelle, ci chiediamo se il metodo seguito sia quello migliore nella prospettiva dello sviluppo e della promozione del nostro territorio, rinomatamente a vocazione vitivinicola e con una naturale propensione al settore eno-gastronomico.
Ciò che ci preoccupa non è il recesso in sé da questa associazione, quanto il modo di operare, di investire, di ragionare di questa amministrazione, soprattutto in un'ottica che guardi al medio e lungo termine. Riteniamo che l'obiettivo, certamente ambizioso, di rilanciare un settore, quello dell'agricoltura, che rappresenta una roccaforte per la nostra economia e sul quale si imperniano altre importantissime fonti di ricchezza per il nostro territorio, primo fra tutti il turismo, possa essere perseguito solo mediante una seria programmazione, lontana dal metodo del finanziamento “a progetto” e basato, invece, sulla “partecipazione attiva” dell'Ente comunale.
Prendendo le distanze anche solo dall'idea che si possa prendere una decisione tanto importante per soli fini di “ripicca politica” e auspicando fortemente che ciò non sia avvenuto in questo caso, pensiamo che un'azione amministrativa che “amputa” anziché confrontarsi e partecipare non sia, quantomeno, condivisibile."
Letto 1124 volte.
1 Commento
Dì la tua
  1. ben ha detto:

    ho votato questa amministrazione solo x il cambiamento…non perchè ” 5 stelle”. Sinceramente il movimento in sè a livello nazionale è discutibile e comico allo stesso tempo…è la versione moderna di italia dei valori, della lega nord, dei verdi….dove abilmente ognuno ha puntato su certi temi per avere più presa sulle masse….il movimento diventerà anzi è gia diventato una bella spa…pongo sempre la domanda? visto che in ambito poltico si sono numerosi spazi per aspiranti lavoratori( dal segreatrio….a incarichi di ogni livello e tipologia) quali criteri vengono adottati per avere una temporanea opportunità di crescita personale???? mi chiedo la logica è sempre la stessa: o sei dei nostri o fuori? tipica dei partiti italiani….o vengono fatti dei bandi pubblici dove è permesso a tutti partecipare?

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>