Il Sindaco di Alcamo, Surdi, assegna la delega all’Urbanistica all’Assessore Butera

Pubblicato: venerdì, 23 dicembre 2016
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
11

Il Sindaco di Alcamo, Domenico Surdi, ha deciso di rivedere le deleghe assessoriali per  "ridare un nuovo slancio ed una maggiore efficienza ed efficacia all’attività amministrativa" (Fonte: Comunicato). 

Giunta Alcamo SurdiLa decisione che attira più l'attenzione, per l'importanza del settore, è l'assegnazione all'Assessore Butera della delega all'Urbanistica, alla pianificazione urbanistica ed ambientale, questa delega che Surdi aveva tenuto per se sino ad ora. Butera perderà la delega alle attività produttive a favore del Vice Sindaco Scurto. In sintesi Surdi ha distribuito alcune deleghe che all'inizio aveva tenuto per se. Al Sindaco resta la delega  agli affari legali e aggiunge la delega alla comunicazione

Vicesindaco Roberto Scurto: Economia e Finanze; Patrimonio Sviluppo Economico e Attività Produttive: Partecipate.

Fabio Butera: Personale; Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale; Suap; Polizia Municipale e viabilità; Protezione Civile.

Roberto Russo: Servizi Cimiteriali; Ambiente; Politiche Energetiche; Lavori Pubblici e Servizi Manutentivi.

Nadia Saverino: Servizi Sociali e Pari Opportunità; Sport; Servizi Demografici; Politiche Giovanili.

Lorella Di Giovanni: Programmazione Europea; Turismo e Sviluppo Rurale; Cultura; Arte e Spettacolo; Contenitori Culturali; Servizi Scolastici; Verde Pubblico.

Letto 1853 volte.
4 Commenti
Dì la tua
  1. Leoluca ha detto:

    Mi ha fatto una bella impressione l’assessore Di Giovanni, vedo attivà Alcamo nel turismo cultula arte servizi scolastici. Di contro non posso dire la stessa cosa dell’assessorato ai servizzi sociali sport politiche giovanili, troppo poco per una città coma Alcamo, forse il Sindaco dovrebbe prenderle qualche delega o quanto meno aiutare, troppo inefficienza.
    Bene il vicesindaco e Butera. Ancora da decifrare l’attività di Russo che mi sembra molto delicata anche alla luce delm potenziale conflitto di interessi.
    Comunque auguri a tutti

  2. Carlo ha detto:

    Si la Di Giovanni si muove, ma per lo sport, le politiche giovanili, servizi sociali etc c’è bisogno di qualcuno che sappia dare una spinta in più. In poche parole ci vogliono persone preparate e innovative.

    Particolare il potenziale conflitto di interesse di Russo, può un’Ingnegere con studio occuparsi di lavori pubblici?
    Forse può ma con qualche attenzione in più del sindaco.
    Calvaruso docet

  3. Pietro ha detto:

    Plitiche per servizi sociali, sport e politiche giovanile inesistenti, è il caso di cambiare assessore

  4. Federico ha detto:

    Per me l’ing. Russo e tutto lo studio Teknos sono professionalmente preparati.

    E’innegabile il conflitto di interessi esistente, l’Ing. e il suo studio non dovrebbero avere alcun rapporto non solo con le ditte affidatarie ma con le ditte aventi gli stessi soci delle affidatarie e loro soci.

    Per non parlare delle concessioni edilizie rilasciate a soggetti che affidano i lavori di costruzione a ditte che usufruiscono dei servizi dello studio.

    Bisogna stare attenti.

    In anni passati, anche in comuni diversi, c’è stata troppa commistione.

    Avrei preferito un assessore non tecnico ma di indirizzo.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>