Furto di auto, tentato furto in abitazione e resistenza a Pubblico Ufficiale. Arrestati tre giovani.

Pubblicato: giovedì, 22 dicembre 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Mercoledì notte, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trapani, al termine di un rocambolesco inseguimento, sono riusciti a bloccare e ad arrestare tre giovani tunisini per furto di autovettura, tentato furto in abitazione e resistenza a Pubblico Ufficiale.

rhouma-alaA finire in manette sono stati i 29enni BEN ALI Khaled, residente a Fontanasalsa, e GHEZAIEL Mohamed Salim e il 21enne RHOUMA Ala, tutti già noti alle forze dell’ordine,

I tre, dopo aver rubato una Citroen C1 nei pressi della stazione ferroviaria del Capoluogo, hanno provato ad introdursi in due villette isolate di Salinagrande. I proprietari delle abitazioni, svegliati dai rumori provocati dai malfattori, sono riusciti tuttavia a metterli fuga e a dare l’allarme al 112. La Centrale Operativa dei Carabinieri, ricevuta la segnalazione, ha immediatamente diramato la descrizione del veicolo in fuga a tutte le pattuglie presenti sul territorio.

L’Auto dei fuggiaschi è stata intercettata, all’altezza del dissalatore di Nubia, da una delle gazzelle dell’Arma, che si è lanciata in un rischioso inseguimento sulla SP 21.

La folle corsa, tra le strade della periferia trapanese, si è però conclusa in via Salemi.

A causa della forte velocità, l’uomo alla guida ha perso il controllo del mezzo: l’auto dopo aver impattato violentemente contro il guardrail è uscita di strada finendo in una fossa. Il veicolo si è capovolto più volte, fermandosi a “ruote all’aria”. I tre, tramortiti dal violento urto, hanno comunque tentato di fuggire uscendo dal lunotto posteriore andato in frantumi.

I militari dell’Arma, coadiuvati da una pattuglia della locale Squadra Volanti, li hanno però raggiunti, immobilizzati e dichiarati in arresto. All’interno dell’auto, i militari hanno rinvenuto numerosi arnesi da scasso.

I tre sono stati accompagnati presso Pronto Soccorso di Trapani per ricevere le necessarie cure. Due di loro, a seguito delle lesioni riportate nel violento incidente sono stati ricoverati in ospedale. Il terzo, con ferite meno gravi, è stato tradotto presso il carcere “San Giuliano”.

Letto 2831 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>