La “Cuccia” spiegata e servita dalle anziane ai bambini

Pubblicato: giovedì, 15 dicembre 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

cuccia-anziane-bambini-biscotti1La "Cuccia" un sapore antico non perso. A spiegare ai bambini, ciò che significa per la tradizione, ci hanno pensato le signore del centro “Vivi la vita” della Fondazione San Vito Onlus (braccio operativo della Caritas diocesana). Le signore hanno offerto la cuccia ai bambini della scuola materna dell’istituto “Luigi Pirandello” di Mazara del Vallo.

Un'iniziativa più che lodevole, che a Santa Lucia, giorno in cui si mangia proprio la cuccia, ma anche le pietanze a base di riso.

Per alcuni giorni le anziane donne sono state impegnate nella cucina della Fondazione per preparare il grano:

"È stato bollito per almeno tre ore – ha spiegato Aurelia Nuzzo –  e poi, una volta lavato, è stato offerto nei piatti condito con vino cotto o miele".

"Molti dei bimbi ci hanno chiesto di cosa si trattava – sempre Aurelia – così abbiamo spiegato loro non soltanto la preparazione ma anche la storia legata a Santa Lucia".

 Questo è il secondo anno consecutivo che gli anziani che frequentano il centro “Vivi la vita” della Fondazione collaborano con le insegnanti durante l’orario scolastico, aiutandole nella gestione dei bambini in classe e nei servizi.

"L’occasione di servire la cuccia è stata anche quella di tenere viva la tradizione – ha detto ancora Aurelia – così da tramandarla dai nonni ai nipoti e ai più piccoli".

Sempre nell’ambito delle attività del centro “Vivi la vita”, gli anziani che lo frequentano hanno svolto un laboratorio di dolci con i bambini del 1° Circolo didattico di piazza Santa Caterina. È stata la Fondazione San Vito Onlus a siglare con quest’altro istituto un partenariato di collaborazione per feste a tema che vedrà protagonisti gli anziani in grembiule insieme ai bambini.

Letto 1558 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>