Il “ras” del rione è stato condannato

Pubblicato: giovedì, 24 novembre 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Tre anni e nove mesi per il giovane Marco Di Pietra accusato di rapine e furti

di-pietraIl Tribunale di Trapani (presidente Pellino) ha condannato Marco Di Pietra, 20 anni, riconoscendolo autore di due rapine e cinque furti commessi tra l’agosto e il novembre 2015. L’accusa aveva chiesto una condanna a sei anni, ma i giudici hanno escluso la responsabilità dell’imputato solo per alcuni degli episodi criminosi che gli erano stati contestati, in totale otto. Ancora una volta l’impianto accusatorio è arrivato presto alla decisione del Tribunale, ad un anno di distanza dall’ultimo “colpo” e a pochi mesi dall’arresto di quello che è stato ritenuto essere un vero e proprio capo clan, c’è stata la condanna.P er la Procura di Trapani Di Pietra è un vero e proprio pericolo pubblico, un giovane delinquente che ha avuto dalla sua parte addirittura il sostegno di una parte del suo rione, quello ericino di San Giuliano, sempre pronti a sostenerlo e proteggerlo. Quando fu arrestato gli agenti dovettero tirarlo fuori a fatica dalla sua “tana” nel rione di San Giuliano, perché protetto da una corte fatta da familiari e amici, “sostenitori” del giovane che non esitarono anche a scagliarsi contro chi lo doveva arrestare, tentando così di permettergli una sua possibile fuga.  “Le rapine venivano commesse quasi con cadenza quotidiana – ha sottolineato il pm Tarondo  nella requisitoria– obiettivo del giovane imputato era quello di arrivare ad un controllo del territorio idoneo a vanificare la tutela della legalità e esaltare il sistema criminale instaurato”. Di Pietra sarebbe stato a capo di una vera e propria banda, in una occasione una decina di persone lo spalleggiarono per derubare dell’auto un malcapitato. Modus operandi quasi sempre lo stesso, con una scusa veniva avvicinata la vittima di turno, e subito dopo si metteva a segno la rapina.

Letto 2883 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>