Messi i sigilli agli impianti di depurazione comunale di Castellammare del Golfo

Pubblicato: venerdì, 11 novembre 2016
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

Castellammare del Golfo 103CASTELLAMMARE DEL GOLFO – Nella mattinata di ieri la Guardia Costiera di Trapani ed il NOE dei Carabinieri di Palermo, in esecuzione a Decreto di Sequestro preventivo emesso in data 31 ottobre 2016 dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Trapani su richiesta della Procura della Repubblica di Trapani, hanno sottoposto a sequestro  preventivo gli impianti di depurazione acque reflue del Comune di Castellammare del Golfo siti in C.da Cerri e in località Balata di Baida.

In particolare, per entrambi gli impianti, che presentano evidenti segni di cedimento strutturale, l’attività d’indagine, svolta dagli uomini del Nucleo di Polizia Giudiziaria della Guardia Costiera e dal NOE dei Carabinieri alle direttive della Procura della Repubblica di Trapani, ha consentito di accertare che le acque reflue si riversavano in mare senza subire alcun tipo di processo depurativo, procurando danno al corpo ricettore con conseguente alterazione dell’ecosistema marino costiero.

Tra le anomalie riscontrate nel corso delle indagini, è stato accertato che l’autorizzazione regionale allo scarico era scaduta da anni.

Il personale dell’A.R.P.A. (Struttura Territoriale di Trapani),  che ha coadiuvato l’attività di Polizia Giudiziaria, nelle successive analisi di laboratorio dei campioni prelevati, ha confermato il superamento dei parametri previsti dal Testo unico ambientale.

In conseguenza di ciò il G.I.P. del Tribunale di Trapani, preso atto delle attività eseguite e dei parametri tabellari superati, ha dunque disposto il sequestro preventivo e la custodia del depuratore con facoltà d’uso limitata al ripristino della funzionalità dell’impianto ed alla attività di manutenzione.

Letto 2350 volte.
1 Commento
Dì la tua
  1. Pietro scrive:

    …..sono 40 anni che il nostro depuratore non ha mai funzionato.
    Noi sappiamo di essere una comunità che non si indigna di niente;come abbiamo fatto sopportare questi nostri scarichi per tutto questo tempo?
    Siamo quelli che……. ai nostri problemi ci pensa sempre qualcun’altro.
    Non voglio entrare nelle recenti polemiche su qual’è la migliore soluzione se depuratore in grotta o in superficie,ma il pensiero mi va a un Castellammarese cresciuto altrove e tornato per vivere qui da pensionato,il quale non si spiega come ci si lascia passare addosso tutti i mali possibili senza avere un moto di reazione civile.
    Ci sarebbe da fare un bell’elenco a partire dalle malefatte degli anni 70:
    Approvazione,in una sola notte,delle false pensioni alla Plaia.
    Realizzazione dei falsi villaggi turistici tra Scopello e lo Zingaro.
    Realizzazione di quel depuratore,che tutti ben ricordiamo, inadeguato
    già dal primo giorno ecc..ecc.
    Abbiamo perso tante opportunità in quegli anni ’70.
    Si diceva in quel periodo di opportunità mancate:
    “noi a cercare di farle male e Castellammare a sopportare tutte le ferite inflitte, rimane sempre bellissima e prima o poi troverà il suo giusto e dignitoso spazio tra le perle della Sicilia.”
    Ora tale circostanza si sta avverando, arriva gente da tutto il mondo per turismo per viverci, per comprare casa e attività.
    Io credo che le prospettive di crescita e di benessere possono essere messe in discussione seriamente se i nostri scarichi fognari dovessero arrivare ancora liberi appena fuori dal porto ma anche,in parte e in certe circostanze,dentro il porto, se a questo si aggiungesse la sciagurata ipotesi della rottura del braccio del porto, fermo da anni e ancora incompleto,credo che queste due circostanze possano,se malauguratamente sommate,diventare virali per i nostri sogni di gloria.
    E allora chi ci darà risposte domani,la prossima settimana,la prossima stagione,noi cittadini stessi?i nostri amministratori impotenti?i giudici che possono solo sequestrare e cristallizzare tutto,il bene e il male?
    Perché certo il sequestro non fermerà lo sversamento libero in mare dei nostri bisogni….e allora?
    Ci vorrebbe un Faraone,un Deus ex Machina che ci tolga dagli impicci?

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>