Digito: Il Web volano per il turismo e lo sviluppo del territorio

Pubblicato: giovedì, 10 novembre 2016
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

digito-cover-facebook

Sabato 5 Novembre 2016 a Castellammare del Golfo, nella splendida location del Castello Arabo Normanno, si è svolto un seminario su il web come volano del turismo, Digito un progetto ideato e curato da Claudia Malva, che ha come obiettivo sensibilizzare e promuovere una cultura digitale per valorizzare il binomio turismo e web.

Il seminario è stato uno stimolo immenso per gli operatori del settore turistico e per chi si occupa di web, anche grazie a relatori preparati e passionali, che hanno reso il concetto di web applicato al turismo vivo e concreto, tanto che mi sono sentito protagonista di un “viaggio” interessante, ospitato in stanze confortevoli di alberghi ottimamente organizzati, e accolto da operatori affabili e professionali.

Andando nello specifico i concetti dell’accoglienza, della professionalità e della gestione ottimale sono stati al centro di tutti gli interventi.

Ci sono stati interventi che hanno posto l’accento sulle motivazioni, “Le opportunità sono da cogliere e non bisogna piangersi addosso” ha affermato Vito D’Amico del Gruppo Sicaniasc, altri sul temi più tecnici, come Vito Boscarino sempre del Gruppo Sicaniasc che ha dato molto risalto alla programmazione.

Come in ogni buon viaggio sono stati spiegati quali mezzi sono i più utili per far sì che esso riesca bene:

  • La lingua Inglese e ne ha parlato la Professoressa Messina, che ha spiegato come essa sia sempre più protagonista nel mondo, quindi strumento necessario per chi opera nel campo del turismo. Conoscere l’inglese significa saper comunicare con i “clienti” e quindi dare un’immagine professionale e internazionale al proprio albergo, ristorante o qualunque altro tipo di azienda;

  • Instagram, a relazionare è stata Federica Miceli di Instagram Sicilia e Social media strategist, che ha posto l’accento su come utilizzare Instagram, strumento dal potenziale enorme per promuovere il territorio e la propria azienda, grazie ai moltissimi utenti presenti su di esso;

  • Facebook, a relazionare è stata Marialuisa Sanfilippo Esperta di Facebook Advertising, blogger e SEO di MADD.it. L’esperta ha spiegato come utilizzare Facebook ADS per raggiungere più clienti, perché possono cercare, in alternativa a google, il ristorante o albergo sul social;

  • Pinterest, a relazionare è stata Cinzia Di Martino una della maggiori esperte di pinterest in Italia, blogger e web developer, che ha esposto il concetto di come fare turismo perpetuo grazie a Pinterest.

Le tre relatrici, con numeri alla mano, hanno evidenziato le potenzialità dei tre strumenti, ponendo l’accento su come rendere più visibile la propria azienda, migliorare i rapporti con i propri clienti e catturarne di nuovi.

Da segnalare pure l’interessante intervento di Vincenzo Lunetta (Executive chef manager), che ha segnalato l’importanza che ricopre il web per la ricerca di ristoranti e per condividere giudizi e impressioni sulla “cucina” del ristorante in cui si è mangiato. Infine ha spiegato il ruolo del “social chef”, cioé portare nel mondo la gastronomia italiana e mediante i social condividere con la rete il frutto del proprio lavoro.

Detto tutto questo è necessario sottolineare che è impossibile riassumere tutto il seminario, perché tutto interessante fino all’ultima virgola, tanto che gli operatori del settore alberghiero e ristorazione, presenti al seminario, hanno partecipato attivamente alle varie discussioni, esprimendo con passione le proprie difficoltà di operare in questo territorio, ma anche i pregi e le potenzialità, facendo delle proposte concrete per operare meglio. Tutto questo ha testimoniato che le relazioni sono state credibili, ben articolate e su argomenti che toccano nel vivo chi opera ne settore turistico.

Letto 682 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>