Nuova ordinanza sulla Movida alcamese

Pubblicato: martedì, 1 novembre 2016
Vota l\'articolo
4
Vota l\'articolo
2

Comune Alcamo“Il centro storico è patrimonio comune di ogni cittadino alcamese ed è compito dell’amministrazione garantirne la completa fruibilità”. Affermazione questa del primo cittadino alcamese, Domenico Surdi, in riferimento alla Movida Alcamese, infatti per questo motivo è stata fatta una nuova ordinanza in merito.

“La così detta “Movida” alcamese – continua Surdi – rappresenta potenzialmente motivo di attrazione e sviluppo, ma deve indirizzata verso una aggregazione sana, con un preciso progetto culturale e nell’ambito di un pacchetto di offerta turistica.”
“E conclude il Sindaco – abbiamo sentito tutte le parti coinvolte, le forze dell’ordine, l’ASP, i cittadini residenti, i gestori dei locali ed abbiamo ritenuto indispensabile intervenire per evitare situazioni che configurano o rischiano di costituire un grave pregiudizio per la tutela e la conservazione del patrimonio pubblico e per l’affermazione del diritto alla libera fruizione degli spazi da parte del singolo individuo, pregiudicando anche lo sviluppo turistico della città”.

L’ordinanza contiene regole sul: “divieto di vendita o cessione a qualsiasi titolo finalizzata all’asporto di bevande alcoliche in vetro e/o lattina dalle ore 22.00 alle ore 6.00 per i titolari di somministrazione di alimenti e bevande di tutte le tipologie; artigianali dove è consentita la vendita di prodotti alimentari (alcool); commerciali in sede fissa su area privata e su aree pubbliche sia in sede fissa che in forma itinerante, autorizzati alla vendita di alimenti (alcool)”.

“Il Divieto di consumo – continua il comunicato – su area pubblica di bevande alcooliche con l’utilizzo di bottiglie, lattine, bicchieri di vetro e di altro materiale; il consumo potrà essere effettuato solo all’interno dei locali autorizzati e presso i tavoli degli stessi collocati nelle aree pubbliche attigue autorizzate.
Divieto di consumo di alcool all’interno dell’Atrio del Collegio dei Gesuiti, delle Ville Comunali di Piazza della Repubblica, Piazza Pittore Renda, Piazza Falcone Borsellino, Parco Vincenzo Internicola presso Viale Europa e Parco Suburbano.
Divieto di utilizzo in modo improprio delle ville comunali e degli spazi pubblici adiacenti al patrimonio artistico e culturale, quali i portici e l’atrio del Collegio dei Gesuiti, etc oggetto di reiterati atti vandalici da ricondursi a titolo esemplificativo a: bivaccare, sdraiarsi a terra, giocare al pallone etc.
Per le attività di pubblici esercizi riconducibili alle tipologie: bar, wine bar, ristoranti, pizzeria etc. è consentita la diffusione di musica all’interno dei locali, nel rispetto delle norme vigenti, in materia di emissione sonora, con le limitazioni orarie: dal lunedì al giovedì dalle 18,30 alle 23,30; le giornate del venerdì e del sabato e nei prefestivi dalle 18,30 alle ore 01,00 del giorno successivo; la giornata di domenica e giornate festive dalle 18,30 alle 23,30”.

Letto 3195 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>