Arrestato un uomo che aveva pestato e derubato un anziano commerciante, ricercati i complici

Pubblicato: lunedì, 10 ottobre 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Si era reso irreperibile per circa due mesi ma i militari del NORM di Mazara del Vallo lo hanno tratto in arresto, si tratta di Ouerghi Riadh, pescatore trentenne di origini tunisine, in ottemperanza ad un fermo di indiziato di delitto emesso a carico del giovane, ritenuto responsabile di rapina aggravata.

OuerghiI fatti:

L’evento criminoso è avvenuto la sera del 30 maggio 2016, alle ore 23.00 circa, in via Asaro Gianbattista Mazara del Vallo. La vittima, un ottantenne mazarese, è stato aggredita, gettata a terra e portata all’interno del proprio negozio di mobili mentre era intenta alla chiusura del locale. Qui, come da lui stesso riferito, l’anziano commerciante veniva ripetutamente colpito con un bastone, legato con dei cavi elettrici ed infine avvolto in alcune coperte. La moglie della vittima, non vedendo tornare a casa il marito e avendo nel frattempo udito alcuni rumori provenienti dal piano superiore della propria abitazione, intuiva che poteva essere accaduto qualcosa di grave e allertava i Carabinieri.

Nell’immediatezza del fatto la vittima riferiva ai militari presenti che gli era stata sottratta la somma di euro 400,00, una fede in oro nonché il portafogli con documenti vari e un telefono cellulare, mettendo a conoscenza i militari di aver riconosciuto uno dei propri aggressori. L’anziano veniva in seguito trasportato dal personale del 118 presso il Pronto Soccorso del Presidio Ospedaliero “Abele Ajello” di Mazara del Vallo e successivamente all’ospedale Villa Sofia di Palermo, dove veniva ricoverato.

I Carabinieri quindi ispezionavano la zona dove era stata consumata l’efferata rapina e le vie adiacenti, dove veniva rilevata la presenza di alcune telecamere.

Dall’accurata analisi dei filmati degli impianti di videosorveglianza emergeva come il commerciante era stato avvicinato da quattro sconosciuti i quali, dopo averlo osservato attentamente approfittavano dell’oscurità per aggredirlo.

Le indagini venivano quindi rivolte all’individuazione dei soggetti e dopo un’intensa attività investigativa i militari riuscivano ad individuare la macchina usata per la rapina nonché uno dei rapinatori.

Sussistendo gravi indizi a carico dell’indagato, la Procura della Repubblica di Marsala emetteva l’ordinanza di fermo di indiziato delitto per il reato di rapina aggravata. Scattava così la caccia a OUERGHI Riadh, che nel frattempo si era reso irreperibile e solo dopo circa due mesi veniva rintracciato e tratto in arresto dai Carabinieri di Mazara del Vallo che, al termine delle formalità di rito, lo traducevano presso la Casa Circondariale di Trapani; le indagini sono ancora in corso al fine di individuare gli altri componenti della banda.

Continua incessante l’attività di controllo del territorio dei Carabinieri di Mazara del Vallo per garantire una vita sociale per tutti più tranquilla e soprattutto a tutela di persone anziane, prese maggiormente di mira.

Letto 878 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>