Intimidazione al Sindaco di Petrosino Gaspare Giacalone, colpi di fucine alla finestra del municipio: “Andiamo avanti”

Pubblicato: sabato, 8 ottobre 2016
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
1

spari sindaco petrosinoPETROSINO. Due colpi di fucile ad aria compressa sono stati sparati alla finestra della stanza del Sindaco di Petrosino.

Il fatto è avvenuto martedì sera dopo un seduta del consiglio comunale e denunciato alle forze dell’ordine mercoledì mattina. Si tratta di un escalation di eventi davvero preoccupanti per il piccolo Comune di Petrosino. Infatti non è il primo episodio che colpisce il giovane Sindaco Giacalone:  lo scorso febbraio è stata data alle fiamme una finestra del Comune, nel 2013 è stata rubata la fascia tricolore e tante sono le lettere anonime ricevute in questi anni.

Solidarietà al Sindaco di Petrosino da parte di tanti sindaci, associazioni, movimenti politici e partiti locali. L’associazione “Cambiamenti” di Castellammare del Golfo su facebook esprime piena solidarietà per il vile atto intimidatorio: L’associazione CambiaMenti è vicina al sindaco di Petrosino Gaspare Giacalone. Esprimiamo piena solidarietà per l’ennesimo atto intimidatorio subito. Gesti del genere, purtroppo, ci ricordano quant’è dura e tortuosa la strada del cambiamento. Siamo sicuri però che la forza e la determinazione di persone come Gaspare è di gran lunga più grande della prepotenza di coloro che con vili gesti provano a proteggere quelle situazioni che in tanti, giorno per giorno, si impegnano a combattere. Un forte abbraccio a Gaspare e a tutta la sua squadra.

Anche il movimento di Alcamo ABC esprime solidarietà: “ABC – Alcamo Bene ComuGaspare Giacalonene esprime piena solidarietà al sindaco di Petrosino Gaspare Giacalone per l’attacco intimidatorio appena ricevuto. Simili atti vili e codardi ci invitano soltanto ad andare avanti, con più forza e determinazione, e incoraggiano a proseguire un lavoro pulito, onesto e coraggioso. Di questo Gaspare Giacalone è per tutti noi grande esempio e ispirazione.”

Solidarietà anche dalla Uil Trapani: “il segretario generale Eugenio Tumbarello, a nome della Uil Trapani tutta, esprime la propria solidarietà al sindaco di Petrosino Gaspare Giacalone per il vile atto intimidatorio subito. Nel condannare il grave atto intimidatorio – afferma Tumbarello – esprimo la mia vicinanza al sindaco, esortandolo a proseguire normalmente con le attività amministrative da lui già intraprese per il bene di questo nostro territorio e dei suoi cittadini”.

Tra i Sindaci, ad esprimere vicinanza e solidarietà, anche il Sindaco di Castelvetrano Felice Errante: “Da primo cittadino e da Presidente del Consorzio Trapanese per la Legalità e lo Sviluppo voglio esprimere tutta la mia vicinanza e quella degli altri sindaci del consorzio a Gaspare Giacalone per l’ennesimo episodio di cui è stato vittima. – afferma Errante – Nel condannare con fermezza l’episodio, ed auspicando che gli organi inquirenti possano presto individuarne i responsabili, al collega sindaco giunga il nostro sostegno,  con la ferma convinzione che non verrà meno l’impegno sin qui portato avanti per far crescere la comunità da lui amministrata. Nonostante tutto sono convinto, come certamente lo sarà Gaspare, che prima o poi questa terra cambierà.”

Abbiamo provato a contattare telefonicamente il Sindaco Giacalone ma per il momento, in accordo con il Prefetto, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione  in attesa dell’esito delle indagini condotte dalle forze dell’ordine.

Sul suo profilo facebook si è limitato a dire “Se occorre dare una risposta, eccola: andiamo avanti!”

Letto 469 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>