Blitz antidroga, sette indagati

Pubblicato: venerdì, 9 settembre 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Operazione Vento di Scirocco II: la Squadra Mobile ha eseguito un provvedimento del gip di Palermo, coinvolti interi nuclei familiari

polizia-squadra-mobile-1La Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Trapani ha dato esecuzione stamattina ad una operazione antidroga nella città di Trapani, notificando a sette persone la misura cautelare dell’obbligo di dimora così come previsto da una ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Palermo su richiesta della Dda palermitana. I soggetti destinatari della ordinanza, indagati per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, sono Salvatore Augugliaro, 63 anni, Franco Patti 53 anni, Maria Luisa Catanese 32 anni, Francesco Paolo Augugliaro 24 anni, Nicola Augugliaro 28 anni, Vincenzo Brignone 40 anni, Carmelo Schifano 32 anni. Il blitz, denominato “ Venti di Scirocco II “, è la prosecuzione di una precedente operazione antidroga che a giugno scorso ha visto l’arresto di altri gruppi delinquenziali che facevano capo a Massimiliano Salafia e Giuseppe Acabo responsabili di avere trasformato in un market della droga un rione popolare trapanese, il tristemente noto “Bronx”, il rione di Fontanelle Milo che si trova alle porte della città di Trapani, realizzato nei pressi dello svincolo autostradale. Per un lungo tempo gli agenti della Mobile di Trapani dapprima con il coordinamento della Procura trapanese e poi con quello della Procura di Palermo, hanno monitorato le attività delinquenziali e criminose, indagini che hanno evidenziato come interi nuclei familiari erano impegnati nel traffico e nello spaccio di droga. La sostanza stupefacente sarebbe stata prelevata presso un “fornitore” catanese. Salvatore Augugliaro con i figli Francesco Paolo e Nicola, coadiuvati a vario titolo da Maria Luisa Catanese, convivente di Francesco Paolo Augugliaro, Vincenzo Brignone e Carmelo Schifano, acquistavano abitualmente sostanza stupefacente a Salemi, da Franco Patti, per poi trasportarla  a Trapani e a Buseto, dove abita Francesco Paolo Augugliaro. Tutto dimostrato anche da numerose intercettazioni telefoniche e ambientali. Nel corso delle indagini è stato sequestro anche un chilo di marijuana, per avere prova così del traffico e dello spaccio che avrebbe anche riguardato il commercio di eroina.

Letto 3539 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>