Le dionisiache a Calatafimi per una sera: Concerto d’organo in chiesa madre

Pubblicato: mercoledì, 31 agosto 2016
Vota l\'articolo
1
Vota l\'articolo
0

organoCALATAFIMI- SEGESTA.  Venerdì 2 settembre la Chiesa Madre S. Silvestro Papa a Calatafimi sarà cornice di un concerto per organo del maestro Diego Cannizzaro. Un concerto che avrà inizio alle 21 con l’organo di Alessandro Giudici, risalente al 1888, che dopo un lungo restauro è tornato agli antichi splendori.

Il programma prevede il seguente concerto:

Giovanni Paisiello (1740/1816):

Inno del regno delle due Sicilie

Giuseppe Amendola (1750/1808):

Sonata (Allegretto – Allegro)

Giuseppe Saverio Raffaele Mercadante (1795 – 1870) :

Fantasia “Omaggio a Bellini”

Luigi Cherubini (1760/1842):

Sonata per l’organo a cilindro

Giovanni Morandi (1777/1815):

Sinfonia per le feste di prima classe

Padre Davide da Bergamo (1791/1842):

Sinfonia col tanto applaudito inno popolare.

Cannizzaro è laureato in lettere moderne ad indirizzo musicologico e ha un diploma di pianoforte conseguito a Palermo, e uno di organo e composizione organistica conseguito a Perugia sotto la guida di  Wijnand Van de Pol.

Ha continuato la carriera organistica e al clavicembalo con Luigi Fernando Tagliavini, Harald Vogel e Montserrat Torrent-Serra, studiando tra Pistoia, Amburgo e Santiago de Compostela. Ha conseguito un dottorato presso La Sapienza di Roma e da anni si esibisce in diverse rassegne musicali in tutto il mondo. Collabora con diverse riviste e ha inciso diversi brani per diverse etichette, attualmente è direttore del dipartimento di musica liturgica presso l’istituto universitario Tisia di Cefalù e insegna pianoforte all’istituto Bellini di Caltanissetta. Ricopre la carica di presidente del centro studi Auditorium Pacis di Castelbuono.

 

 

 

 

 

Letto 385 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>