L’Assessore al Bilancio del Comune di Alcamo Scurto risponde sugli aumenti delle indennità

Pubblicato: sabato, 6 agosto 2016
Vota l\'articolo
3
Vota l\'articolo
14

Giunta Alcamo SurdiCaso aumento indennità al Comune di Alcamo, continuano le polemiche e ad intervenire è l’Assessore al Bilancio del Comune di Alcamo, nonché vice Sindaco, Roberto Scurto che in un social afferma: “Anche se siamo consapevoli che il vero costo della politica è legato alla cattiva gestione delle precedenti amministrazioni, ci sembra doveroso fornire un quadro più chiaro sui compensi percepiti da Sindaco e assessori”. In più Scurto pubblica uno schema a supporto di quanto affermato

Scurto su indennità

Sempre Scurto in un social: “Con il documento pubblicato abbiamo voluto precisare e chiudere la questione indennità. Come si evince anche dal documento i lordi diventavano cosi ridotti in passato per lo sforamento del patto di stabilità (-30%) , per il doppio lavoro che riduceva le indennità se non ti mettevi in aspettativa (-50%) e per gli scaglioni irpef di ciascuno più o meno pesanti. La giunta Surdi percepisce oggi indennità già notevolmente ridotte (-20% sindaco, – 40% assessori) , ha 1 assessore in meno, e comunque impegna il 10% dei compensi( in stile 5 stelle) con il fondo di pubblica utilità per finanziare di tasca propria opere per il bene della città! Ora ritorniamo a lavorare tutti per Alcamo, l’unica cosa che conta!”

 

Letto 2046 volte.
3 Commenti
Dì la tua
  1. Giovanni Rossi scrive:

    Assessore Scurto Le voglio ricordare un antico detto cinese,,,”rispondere agli idioti è pericoloso perchè ti trascinano sul loro campo e ti battono perchè già esperti” …. non ti curar di loro ma guarda e passa. Risposte concrete e non chiacchiere! Rinunziate alla indennità e fate zittire questi chiacchieroni.

  2. Gino scrive:

    Che inizio scoraggiante. Se é questo il primo atto; mi aspettavo qualcosa di più.

  3. Rosario scrive:

    Ora aspettiamo cosa farà il consiglio comunale a maggioranza grillina, i veri tagli devono essere fatti a loro.

    Personalmente penso che la carica di consigliere non deve essere retribuita.

    Il ve3ro primo atto deve essere quello di azzerare le indennità o quantomeno portarle ad un massimo di 200 euro cadauno al mese. Se non ci si dovesse riuscire allora sarà un fallimento 5 stelle che non potrà che coinvolgere anche il sindaco.

    Attendiamo!!

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>