Beach Volley e passerelle

Pubblicato: mercoledì, 3 agosto 2016
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

Campobello: Di Maria (Cinque Stelle) pronto a scrivere alla Corte dei Conti

di mariaA Campobello di Mazara è tutto pronto per un torneo internazionale di Beach Volley, ma la sorpresa è dietro l’angolo. L’organizzazione infatti sembra essere priva dei riconoscimenti sportivi. Un caso di millantato credito?
“Penso – dice il consigliere comunale di 5 Stelle Tommaso Di Maria – che è inopportuno concedere il patrocinio alla manifestazione Protour 2016 come l’amministrazione comunale ha già deciso di fare e penso ancora che è scandaloso erogare un contributo economico per la realizzazione di una manifestazione non riconosciuta dalle federazioni sportive nazionali, europee ed internazionali, come l’amministrazione si è dichiarata pronta a fare con una delibera che rinvia all’approvazione del bilancio l’erogazione di un contributo”. La manifestazione denominata “Protour 2016 WorldChampionship ” organizzata dalla WVBF, la World Beach Volleyball Federation, che, nel proprio sito web, definisce l’evento come uno dei più prestigiosi tra i tornei professionali ed tra gli eventiinternazionali promossi da WVBF. “Abbiamo scritto al Coni – dice Di Maria – per avere informazioni sulla WVBF e sugli eventi da essa organizzati. Il Coni ha immediatamente girato l’e-mail alla F.I.Pav. che con Giovanni Gualtieri,responsabile dell’Area Agonistico Sportiva, comunicava quanto segue, si comunica che la WVBF non è riconosciuta né dalla FIPAV, né dal CONI, né dalla FIVB e né dalla CEV ed in passato sono già stati diffidati dalla FIVB ad organizzare tali eventi e nel contempo gli atleti tesserati alla nostra Federazione Italiana Pallavolo erano stati invitati a non partecipare al fine di non incorrere in sanzioni disciplinari. A questo punto il Comune dovrebbe subito ritirare il patrocinio“. Il Comune con la delibera n.155/2016 ha concesso il patrocinio alla manifestazione Protour 2016 e si è detta pronta a concedere un contributo alla WVBF, a fronte di un “piano finanziario bilancio preventivo di spesa singolo costo dell’evento” per un importo pari a 174 mila 700 euro, “per la realizzazione di un evento non riconosciuto dalle federazioni nazionali, europee ed internazionatriscinali – sottolinea Di Maria – ad alta voce diciamo che i fondi comunali devono essere spesi per garantire i diritti ed i servizi essenziali ai cittadini sopratutto a fronte di quanto a più riprese ha affermato il sindaco Castiglione ossia di non avere le disponibilità finanziarie occorrenti nelle casse comunali, ora pensare di spendere fondi pubblici per eventi organizzati da associazioni privi dei dovuti riconoscimenti sportivi ci pare troppo, ovviamente se l’amministrazione proseguirà nella sua intenzione di elargire fondi puublici chiederemo l’intervento della Procura della Corte dei Conti”. Nei giorni scorsi Di Maria ha anche sollevato un’altra problematica e cioè la mancata collocazione delle passerelle nella spiaggia di Tre Fontane. “Si tratta di attrezzature che sono state utile per consentire l’accesso alla spiaggia dei diversamente abili”. L’ufficio comunale ha risposto dicendo che le passerelle sono statu usate per il campo di accoglienza allestito in occasione dell’ultima raccolta di olive, e che sono state danneggiate. La risposta però sembra non convincere Di Maria.

Letto 1691 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>