Da Calatafimi linea dura sulla differenziata

Pubblicato: martedì, 12 luglio 2016
Vota l\'articolo
2
Vota l\'articolo
0

SciortinoCALATAFIMI- SEGESTA. In tutta la provincia trapanese si continua a vedere uno stato di emergenza per quanto i rifiuti poichè le discariche siciliane sono in esubero. Per placare le difficoltà, soprattutto per il futuro, il sindaco di Calatafmi ha deciso di adottare la “linea dura contro chi contravviene alle regole della diffeenziata. Già da ieri sono cominciati i controlli a tappeto e l’ispezione dei sacchetti che penzolano dai balconi.

Operatori ecologici e vigili urbani si sono premurati effettuare questi controlli per evitare che il ritiro da parte di Agesp di Castellammare del Golfo, la ditta incaricata di effettuare la raccolta a Calatafimi, porti con sè i soliti sacchi dove si tende a mettere di tutto.

“Un controllo doveroso – ammette il sindaco Vito Sciortino – per evitare che qualcuno disattendendo alle regole della differenziata, provochi danni ad altri cittadini. Si sa infatti che l’aumento dei costi finali poi sarà a carico dei contribuenti e dunque di tutti i calatafimesi. Con questo atto vogliamo solo cercare di mettere sulla buona strada i soliti che ancora non hanno capito il valore della differenziata e quanto questa si importante per mantenere pulita tutta Calatafimi. A qualcuno potrà sembrare un atto spropositato, ma vedendo ciò che accade in moltissime altre città dell’isola, dove cumuli di spazzatura fanno bella mostra di se lungo le strade con buona pace di chi arriva in vacanza – sono convinto conclude il sindaco Sciortino – che i miei concittadini non se la prenderanno”.

Collaborazione, questo richiede l’amministrazione ai suoi cittadini poichè la disattenzione di alcuni provoca danni a tutti. Inoltre a spingere l’amministrazione vi è anche la volontà di dare un’immagine decorosa della città ai suoi visitatori.

.

Letto 1146 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>