Aspettando le Dionisiache domani concerto del “Duo”

Pubblicato: venerdì, 17 giugno 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

musicaCALATAFIMI SEGESTA. Sabato 18 alle ore 21 si terrà il concerto del “Duo” di Francesco Palmisano, violinista, e Giovanna Borruso, al pianoforte. I due suoneranno musiche di Brahms e Beethoven in un evento organizzato dall’associazione “Amici della Musica”.

Il concerto si terrà alla chiesa San Michele di Calatafimi- Segesta e rientra proprio negli eventi di preparazione e attesa alle dionisiache di quest’anno.

Qualche nota in più sui due autori:

Francesco Palmisano si è diplomato brillantemente al Conservatorio di musica “V. Bellini” di Palermo nell’anno accademico 1993 sotto la guida del M. Luigi Rocca. Dal 1993 al 1995 si perfeziona presso l’Accademia Musicale Pescarese prendendo parte al corso d’alto perfezionamento solistico tenuto dal maestro Franco Mezzena e ai corsi di musica da camera tenuti dai maestri Bruno Mezzena e Arturo Bonucci e contemporaneamente partecipa ad alcuni Master Class del M. Aaron Rosand.
Tra il 1996 e il 2001 è vincitore d’audizione, presso l’Ente Concerti “Marialisa de Carolis” di Sassari, la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, la Fondazione “Teatro Massimo” di Palermo e prende parte come primo violino di spalla e come primo dei secondi ad alcune produzioni dell’Ente “Luglio Musicale Trapanese”.
Ha svolto attività solistica in diversi concerti per violino e orchestra con un repertorio che spazia dal barocco al contemporaneo ed è altresì dedicatario di due concerti per violino composti dai Maestri A. Fortunato e G. Gioia.
Dal 1995 fa parte del Trio Strabern, ensemble di musica contemporanea (violino, clarinetto e pianoforte), per il quale compositori di fama nazionale ed internazionale (Betta, Caruso, De Kemp, Del Barba, Festa, Fortunato, Fournier, Carlo ed Emilio Galante, Mannino, Pedini, Sollima, Morricone) hanno composto brani espressamente scritti e dedicati al trio ed eseguiti in Italia e all’estero (Rotterdam Gaudeamus Festival Bruxelles Astoria Concert, Kaufmann Auditorium, Comunità Europea; Washington e Baltimora ~ Columbus Day – Festival di Musica Contemporanea di Catania – Teatro Golden di Palermo Amici della Musica – Teatro Politeama di Palermo Mattinate Musicali).
Sempre con il Trio Strabern ha inciso tre CD per le case discografiche Tirreno di Milano (1995) e O.M.C di Palermo (1998 2000) con musiche di autori nazionali.
Nel 1998 è stato assegnato al Trio Strabern il premio “ARS ARTIS” (Ancona) come migliore ensemble italiano di musica contemporanea.
Continuando a seguire un progetto rivolto alla musica contemporanea, ha inciso nel 1998 un CD di musiche inedite di compositori italiani come violino solista dell’ensemble “Orchestra Musica Contemporanea” di Palermo e nel 2000 sempre come violino solista ha preso parte alla registrazione del CD: “Apparizioni Poetico Musicali apres “Liszt” con brani editi ed inediti del compositore ungherese e alla realizzazione del CD“Specchio Invisibile” con musiche dellacompositrice Corinne Latteur.
Ha collaborato con l’Ensemble Fenicia ed il tenore Pietro Ballo con cui ha svolto numerosi concerti per importanti istituzioni italiane.
Ha fatto parte dal 2008 del 900 Duo (violino pianoforte) con la pianista Deborah Conte esibendosi sia in Italia che all’estero, riscuotendo ampi consensi di pubblico e di critica.
Attualmente è violinista dell’Orchestra della Fondazione “Teatro Massimo”di Palermo ed è docente di violino presso il Conservatorio di musica “A. Scontrino” di Trapani.

Giovanna Borruso

A soli 25 anni, debutta con successo nella sala grande della Carnegie Hall di New York (Stern-Perelman Auditorium) eseguendo il Concerto n. 2 di Beethoven con la New England Symphonic Orchestra sotto la direzione di John Rutter.

Inizia giovanissima la sua attività concertistica sia in Italia che all’Estero riscuotendo notevoli successi di pubblico e di critica: ha suonato per importanti stagioni concertistiche a Roma, Cagliari, Termini Imerese, Piacenza, Empoli, Lucca, Firenze etc.. ed è stata invitata in numerosi Festival all’Estero, tra cui l’International Seiler Festival a Kitzingen in Germania e l’International Engadiner piano Festival in Svizzera, suscitando unanimi apprezzamenti per “qualità di suono e pathos interpretativo”. Vincitrice del 1° Premio assoluto in numerosi concorsi nazionali ed internazionali, oltre che vincitrice del 3° Premio con assegnazione del premio speciale “Young Talent” all’“Ibla Grand Price”, e del 3° Premio con assegnazione del “premio speciale della cri-tica” al concorso “A. Speranza” di Taranto.

Nella sua attività concertistica mostra una particolare attenzione anche per il repertorio meno battuto, piccole rarità come il concerto n. 1 di A. Salieri per pianoforte e orchestra eseguito al Festival di Portogruaro in occasione della XXIII edizione sotto la direzione di Claire Gibault, o come la Fantasia per pianoforte ed archi di G. F. Ghedini eseguita a Firenze con l’Orchestra da Camera Fiorentina per la Settimana del “Genio Fiorentino”; ancora Firenze nel 2007 la vede protagonista al Teatro la Pergola in un concerto interamente dedicato a Maria Tipo organizzato dall’Università degli studi di Firenze.
Nel 2013 il debutto a Palermo al Teatro Politeama Garibaldi ospite della Stagione di concerti degli Amici della Musica.

Giovanna Borruso nasce a Palermo. Inizia gli studi musicali con la madre, Patrizia Pitrolo. Si diploma nel 2002 col massimo dei voti e la lode sotto la guida di Antonio Sottile presso il Conservatorio della propria città; successivamente si perfeziona con Maria Tipo e Pietro De Maria presso la Scuola di Musica di Fiesole.

 

Letto 553 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>