“Mia madre e altre catastrofi” di Francesco Abate

Pubblicato: giovedì, 9 giugno 2016
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
0

Francesco Abate“È «maoista» ma va in chiesa, è devota al marito ma non rinuncia al collettivo femminista. Per merenda ti propina la solita rosetta con margarina e zucchero, ed è convinta che due colpi di battipanni ben assestati sul sedere non possano che temprarti il carattere. Insegna in una scuola di periferia e fa il bagno al mare anche in dicembre. Se le chiedi perché, ti risponde: lo so io. Se le racconti una cosa, ti risponde: lo so già”. È la mamma di Francesco Abate, scrittore e giornalista che sarà a Trapani e Marsala per presentare il suo ultimo libro “Mia madre e altre catastrofi”, edito da Einaudi. L’autore di “Un posto anche per me” e “Chiedo scusa” torna nelle librerie con una nuova tragicommedia sul rapporto sentimentale più dolce e ingarbugliato di tutti. Inflessibile, caustica, cinica e generosa, frivola e dolente: la mamma di Francesco ha sempre l’ultima parola. Proprio come tua madre. E proprio come la tua arriva dritta al cuore.
Dopo una prima tappa a Palermo al Festival “Una marina di libri” (Domenica 12 giugno ore 19.00 – Orto botanico), Abate sarà al Convento del Carmine di Marsala Martedì 14 giugno alle 18.00. Il 15 giugno invece incontrerà i lettori a Trapani, presso la Libreria del Corso alle 19.00. A dialogare con l’autore saranno Renato Polizzi e Audrey Vitale.
“Mia madre e altre catastrofi”, già alla quarta edizione, ha ispirato anche una divertente miniserie su youtube diretta dal regista Peter Marcias e interpretata dalla grande attrice Piera Degli Esposti. Nato come una serie social a episodi, questo libro mette in scena una giocosa, inarrestabile dialettica tra madre e figlio che, tra una risata e l’altra, ci commuove. Una serie di dialoghi folgoranti, irresistibilmente comici, che tessono il racconto di un’intera vita, anzi due: quella di un figlio e di sua madre, dall’infanzia fino a oggi.

Francesco Abate è nato a Cagliari il 17 maggio del 1964. Il suo esordio come scrittore è del 1996 con ‘L’Oratorio -Vietato ai minori di 14 anni’, breve racconto, inserito nella collettiva Racconti di Celluloide (Alambicco). Da allora ha scritto 10 romanzi (due con Massimo Carlotto, uno con Saverio Mastrofranco ovvero l’attore Valerio Mastandrea) per le case editrici Castelvecchi, Il Maestrale, Frassinelli, Edizioni Ambiente ed Einaudi. Ha partecipato a 9 raccolte di racconti, scritto pièce teatrali, testi per la televisione e sceneggiature cinematografiche. Alcuni suoi libri sono tradotti in Francia, Germania, Olanda, Belgio e Grecia. Nel 1999 ha vinto il miglior soggetto al Premio Solinas con “Ultima di campionato”, con “Mi fido di te” ha vinto il Premio del Libraio Città di Padova 2007 e con il romanzo “Chiedo scusa”, Einaudi Stile Libero, nel 2011 ha vinto il Premio Alziator, il romanzo “Un posto anche per me”, Einaudi Stile Libero, ha vinto il Premio Lawrence nel 2014. Dal 2013 cura la collana Freschi per Caracò Editore.
Il suo ultimo romanzo è “Mia madre e altre catastrofi”, Einaudi Stile Libero, dal 1 marzo 2016 nelle librerie. Giornalista professionista: dal 1986 lavora al quotidiano cagliaritano L’Unione Sarda.

Letto 1079 volte.

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>